Cronaca
San Martino Buon Albergo

Casa di riposo San Giuseppe: nuovi posti letto per persone non autosufficienti di primo livello

Il sindaco: "Il risultato raggiunto è straordinario e mi riempie d’orgoglio".

Casa di riposo San Giuseppe: nuovi posti letto per persone non autosufficienti di primo livello
Cronaca San Bonifacio, 23 Ottobre 2020 ore 10:15

Nell'ultimo comitato dei sindaci dell'Ulss9 è stato inserito nel Piano di zona, dopo alcuni anni di lavoro, l'ampliamento dei posti letto per persone non autosufficienti di primo livello presso la fondazione Casa di Riposo San Giuseppe Onlus di San Martino Buon Albergo.

Ben 90 posti letto

Ad oggi la storica struttura del paese, nata dalla Parrocchia di San Martino Vescovo, conta 75 posti letto per una sessantina di dipendenti ma, con l'ampliamento di 15 posti letto, si conteranno 90 posti letto e circa settantacinque dipendenti. Il presidente dell'Ente, Don Francesco Grazian ha affermato:

"Grazie ad un lavoro efficace del consiglio di amministrazione della Fondazione, che ha saputo mantenere alto il livello di qualità dell'Ente, collezionando negli ultimi dieci anni successi organizzativi tali da convenzionare con il SSN con punteggi da 100 su 100 tutti i posti a disposizione e grazie alla caparbietà del sindaco del Comune di San Martino, Franco De Santi, che ha saputo ottenere tra molteplici altre domande, il parere favorevole del Comitato dei Sindaci ad un ampliamento della struttura Sanmartinese fino a 90 posti, possiamo programmare tutti insieme un futuro di sviluppo dei servizi assistenziali al territorio".

Inseriti altri 15 posti

Tale notizia risulta particolarmente significativa per tutta la Comunità, considerato anche il periodo di pandemia che ha dimostrato come certe strutture siano una risorsa inestimabile di cura e servizi al cittadino. Il presidente a nome del consiglio di amministrazione, ringrazia di cuore tutti i lavoratori che in questi mesi di pandemia hanno dimostrato grande generosità, operosità, professionalità ed umanità a difesa e cura degli anziani ospiti dell'Ente. Il presidente ha concluso:

"L'inserimento in piano di zona di ulteriori 15 posti letto ci consente di progettare uno sviluppo dell'Ente che possa fornire ulteriori servizi alla cittadinanza, di questo siamo orgogliosi e ci sentiamo pronti per cogliere una sfida che, soprattutto a seguito del COVID-19, rimetterà in gioco molte delle capacità creative di cui la nostra fondazione ed il nostro gruppo di lavoro di certo non difetta".

Soddisfatto il sindaco

Il primo cittadino di San Martino Buon Albergo, Franco De Santi nonché referente del distretto 1 e 2, ha sottolineato come questo intervento rappresenti un importante investimento da parte della Regione sulla comunità e gli anziani del paese:

"La ridistribuzione e l’ampliamento dei posti nelle case di riposo per persone non autosufficienti di primo e secondo livello sono temi che da diversi anni trattiamo nel Comitato dei Sindaci dell’ULSS 9. Il risultato raggiunto è straordinario e mi riempie d’orgoglio, soprattutto se si considera che pre-Covid le domande d’accesso alle RSA del territorio di competenza dell’Ulss 9 erano circa 750 a fronte di 361 disponibilità, arrivando a 1000 durante l’emergenza sanitaria della primavera scorsa. Con il raggiungimento di questo accordo la nostra casa di riposo accoglierà 90 non autosufficienti di primo livello, che mi auguro saranno destinati in via prioritaria ai cittadini di San Martino. Sono molto soddisfatto di quanto siamo riusciti ad ottenere dopo diversi anni di lavoro. Abbiamo aperto un varco su un tema che sarà preso nuovamente in considerazione dalla Regione non prima di qualche anno. Questo rende il risultato ancor più straordinario, soprattutto in questo momento delicato".