Case dell'acqua a Bovolone 88.155 bottiglie di plastica in meno

I cittadini hanno dimostrato di saper apprezzare il servizio.

Case dell'acqua a Bovolone 88.155 bottiglie di plastica in meno
Legnago e bassa, 31 Luglio 2019 ore 15:36

Case dell'acqua a Bovolone 88.155 bottiglie di plastica in meno.

Case dell'acqua a Bovolone, un grande successo

Nell'ultima seduta del consiglio comunale, svoltasi lunedì 29 luglio, l'Amministrazione ha reso noti i dati che riguardano l'utilizzo delle case dell'acqua. Nel 2011 il Movimento 5 stelle di Bovolone aveva proposto di aprire le case dell'acqua in paese, definendolo come un progetto che intendeva promuovere l’utilizzo dell’acqua pubblica di qualità, naturale e frizzante. Un’acqua, quella dell’acquedotto, controllata e sicura. Nello specifico avevano reso noto a suo tempo che, in Italia, ancora troppi cittadini non si fidavano a bere l’acqua del rubinetto: un italiano su tre, secondo i dati diffusi dall’Istat. Ciò avveniva nonostante il consumo di acqua di casa sia molto più comodo rispetto all’acquisto delle pesanti confezioni, nonostante il risparmio economico sia lampante: in media 0,5 millesimi di euro al litro per l’acqua spillata dal rubinetto di casa, circa 1.000 volte di più per l’acquisto di una bottiglia di minerale.

I dati concreti

L'amministrazione ha accolto positivamente la proposta del Movimento 5 Stelle di Bovolone e, in questi anni la ditta ha comunicato di aver erogato dalle due casette dell'acqua di Piazzale A. Moro e Piazza Scipioni rispettivamente 66.459 e 65.783 litri d'acqua, che corrispondono a 88.155 bottiglie di plastica in meno. "Un contributo enorme per la riduzione di plastica, che va tanto di moda oggi, e per il quale ci impegniamo sin dal 2011. Grazie ai cittadini di Bovolone che dimostrano di apprezzare", ha reso noto il gruppo consiliare M5S di Bovolone. Prossimamente la casetta dell'acqua sarà installata anche a Villafontana

Seguici sui nostri canali