Collettore del Garda: sospensiva respinta al Consiglio di Stato

La richiesta era stata avanzata da Techinital Spa, che ha perso il bando e presentato ricorso.

Collettore del Garda: sospensiva respinta al Consiglio di Stato
Garda, 09 Ottobre 2018 ore 12:17

Collettore del Garda: sospensiva respinta al Consiglio di Stato. La richiesta era stata avanzata da Techinital Spa, che ha perso il bando e presentato ricorso.

Respinta la richiesta

Anche il Consiglio di Stato ha respinto la richiesta di sospensiva presentata da Technital Spa nei confronti di Azienda Gardesana Servizi. Technital aveva chiesto la sospensione dell’aggiudicazione della progettazione definitiva del collettore, sponda veronese, che era stata assegnata a HMR Ambiente Srl.

Tar Veneto e Consiglio di Stato

“Dopo il Tar Veneto, anche il Consiglio di Stato – ha sottolineato Angelo Cresco, presidente di Azienda Gardesana Servizi – ha respinto la richiesta, presentata in appello, da Technital. Siamo soddisfatti dell’esito dell’ordinanza del Consiglio di Stato che conferma quanto già deciso dal Tar e il corretto operato della Commissione esaminatrice, di cui siamo sempre stati convinti. Il nuovo collettore è un’opera fondamentale per la salvaguardia del nostro lago: vogliamo che sia completato in tempi certi e la decisione del Consiglio di Stato va in questa direzione”.

“Ribadisce il corretto operato”

“Come Responsabile unico del procedimento – ha detto Carlo Alberto Voi, direttore generale di Ags – sono soddisfatto della decisione del Consiglio di Stato. Questo ribadisce il corretto operato della commissione e, soprattutto, dà maggiori certezze rispetto alle tempistiche di realizzazione dell’opera. Il nostro obiettivo è quello di recuperare il tempo perduto a causa dei ricorsi presentati”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità