Cronaca

Coltiva cannibis light ma nasconde le infiorescenze

Gli steli erano stati messi da parte dopo averne ricavato le infiorescenze

Coltiva cannibis light ma nasconde le infiorescenze
Cronaca Est Veronese, 26 Settembre 2019 ore 17:44

L'uomo aveva regolarmente comunicato alle competenti autorità l’avvio di una coltivazione di cannabis sativa, cosiddetta “light”.

Coltiva cannibis light ma nasconde le infiorescenze

Nella mattinata di martedì i militari della Stazione Carabinieri di Colognola ai Colli e della Stazione Carabinieri Forestali di Tregnago hanno svolto un’operazione di controllo congiunta finalizzata all’eventuale contrasto della coltivazione illecita di cannabis.
Le verifiche sono state effettuate nei confronti di un uomo, un 40enne del luogo, che ha regolarmente comunicato alle competenti autorità l’avvio di una coltivazione di cannabis sativa, cosiddetta “light”. Ed infatti, nel terreno di proprietà adiacente all’abitazione del soggetto, gli uomini in divisa hanno trovato 250 steli delle piante in argomento, coltivati in vasi, riscontrando delle importanti irregolarità: i citati steli, che in realtà sono l’unica parte che può essere commercializzata (ad esempio verso l’industria del cotone), erano stati di fatto messi da parte dopo essere stati spogliati delle foglie ed infiorescenze. Queste ultime, dal peso complessivo di 1.900 grammi circa, erano invece state messe ad essiccare in apposite strutture ventilate.
Il tutto è stato quindi posto in sequestro e l’uomo denunciato alla competente Autorità per l’illecita coltivazione di piante finalizzate alle produzione di sostanze stupefacenti, in attesa che le analisi di laboratorio stabiliscano scientificamente se il thc superi le soglie previste per legge