Confraternita Boncuciar il 39° capitolo internazionale dedicato a cultura, turismo ed enogastronomia

Sboarina: "L’avere nella nostra città i rappresentanti di confraternite provenienti da diversi Paesi europei è un evento importante che ci dà l’opportunità di valorizzare e far conoscere il nostro territorio e di entrare in contatto con le tradizioni dei territori che le confraternite rappresentano”.

Confraternita Boncuciar il 39° capitolo internazionale dedicato a cultura, turismo ed enogastronomia
Verona Città, 26 Marzo 2018 ore 18:00

Confraternita Boncuciar il 39° capitolo internazionale dedicato a cultura, turismo ed enogastronomia.

L'evento promosso dalla confraternita

confraternita boncuciar
Sboarina e Zanotto durante l'incontro

Il Sindaco Federico Sboarina e l’assessore Luca Zanotto hanno ricevuto nella mattinata di sabato 24 marzo a palazzo Barbieri una delegazione di Confraternite enogastronomiche, a Verona per partecipare al 39° capitolo internazionale dedicato alla cultura, turismo ed enogastronomia. L’evento è promosso dalla Confraternita enogastronomica veronese del Boncuciar, con il patrocinio del Comune di Verona.

Trentanove anni di storia

La Confraternita enogastronomica veronese del Boncuciar, fondata nel 1979, si propone di promuovere la cucina tradizionale veronese nel mondo, recuperando antiche ricette, comprese quelle della “cucina povera” ed elaborando nuovi piatti.

Rappresentanti da diversi paesi europei

“A nome dell’Amministrazione comunale – ha detto il Sindaco Sboarina – è un piacere per me dare oggi il benvenuto alle confraternite enograstronomiche riunite a Verona per il tradizionale ritrovo. L’avere nella nostra città i rappresentanti di confraternite provenienti da diversi Paesi europei è un evento importante che ci dà l’opportunità di valorizzare e far conoscere il nostro territorio e di entrare in contatto con le tradizioni dei territori che le confraternite rappresentano”. Presenti il presidente della Confraternita enogastronomica veronese del Boncuciar Alessandro Salarolo e i rappresentanti delle confraternite provenienti da Francia, Belgio ed Italia.