Cronaca

Controlli a tappeto in tutta la città

Maxi operazione dei carabinieri che ha coinvolto il centro storico di Verona e il centro commerciale Le Corti Venete

Controlli a tappeto in tutta la città
Cronaca Verona Città, 07 Luglio 2018 ore 19:26

Controlli a tappeto in tutta la città.

Controllo massiccio

Un controllo davvero massiccio, quello portato a termine quest’oggi dai carabinieri della compagnia di Verona, unitamente al nucleo cinofili di Bolzano, e che ha visto interessate più zone della città.

Le Corti Venete

Si è partito infatti da un grande centro commerciale in San Martino Buon Albergo, le Corti Venete, dove i militari dell’Arma hanno tratto in arresto, per furto aggravato in concorso, due rumeni, un uomo e una donna, rispettivamente classe '77 e '78, il primo pregiudicato. I due sono stati sorpresi a rubare ben 5 bottiglie di liquore (cognac) dal supermercato del centro: saranno giudicati con rito direttissimo lunedì.

Veronetta

Ci si è poi spostati in zona Veronetta dove un dispositivo di ben 3 posti di controllo simultanei si è occupato delle verifiche di ciascuna macchina sospetta che passasse di lì: anche in quel caso, l’aiuto dei cani si è rivelato fondamentale.  Ma i carabinieri non si sono fermati di certo a un controllo statico delle auto in transito per quella zona, già troppo spesso segnalata per frequentazioni di persone poco raccomandabili: ecco allora che le pattuglie , in totale 12 per un dispositivo di ben 24 militari, si sono concentrate per un controllo dinamico degli esercizi pubblici insistenti proprio in Veronetta.

Ben 70 persone identificate

Controlli non solo degli avventori, ma anche di tipo amministrativo e antidroga: al setaccio dei Carabinieri, ben 8 esercizi pubblici, di cui 4 kebab, 2 bar e 2 alimentari etnici. Proprio all’interno di uno di questi, un nigeriano classe '63, pluripregiudicato, nullafacente, è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nella borsa che aveva con sè e provato invano a nascondere alla vista dei militari, c’erano infatti 15 grammi circa di marijuana e 36 di hashish, più un bilancino di precisione e 55€: ed è stato proprio l’infallibile fiuto di Nico, il cane antidroga dei carabinieri, a scovare il bottino. L’uomo sarà giudicato con rito direttissimo lunedì prossimo.
Sempre Nico ha rinvenuto, addosso a un brasiliano classe '75, della marijuana, si trattava di una canna: costui è stato segnalato alla prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti. Ad uno dei kebab controllati, è stata elevata una sanzione amministrativa, ai sensi degli artt 14 e 22/3º D. Lgs. 31-3-98 nr. 114 , ovvero per mancanza di affissione dei prezzi sui prodotti in vendita.  In conclusione, 70 le persone identificate.

4 foto Sfoglia la gallery