Cronaca

Controlli in stazione a Peschiera: droga anche tra minorenni

controlli straordinari mirati, presso la stazione di Peschiera del Garda

Controlli in stazione a Peschiera: droga anche tra minorenni
Cronaca Garda, 23 Luglio 2019 ore 17:53

Disposti periodicamente, dal Compartimento di Polizia Ferroviaria per Verona ed il Trentino Alto Adige, controlli straordinari mirati, presso la stazione di Peschiera del Garda, punto di accesso privilegiato ai parchi e alle strutture del Lago.

Controlli in stazione a Peschiera: droga anche tra minorenni

Come ogni anno, con la bella stagione oramai entrata nel vivo, le località e gli esercizi turistici delle sponde veronesi del Lago di Garda sono stati presi d'assalto da un consistente flusso di turisti, per garantire la sicurezza dei quali, in ambito ferroviario, vengono disposti periodicamente, dal Compartimento di Polizia Ferroviaria per Verona ed il Trentino Alto Adige, controlli straordinari mirati, presso la stazione di Peschiera del Garda, punto di accesso privilegiato ai parchi e alle strutture del Lago e, per questo, luogo ideale anche per chi vuole delinquere, approfittando della presenza numerosa di giovanissimi e famiglie. Il più recente dei controlli del Posto di Polizia Ferroviaria di Peschiera del Garda è stato effettuato sabato scorso, con l'ausilio del personale delle Squadre di Polizia Giudiziaria e di Polizia Amministrativa Compartimentali, oltre che di un’unità Cinofila del Gruppo della Guardia di Finanza di Villafranca.

Droga tra i giovanissimi

Durante tale attività, sono state identificate numerose persone, di cui 4 (una delle quali minorenne) sono state trovate, grazie all’ausilio del cane, in possesso di sostanze stupefacenti detenute per assunzione personale e, pertanto, segnalate alle Prefetture di residenza, ossia quelle di Verona, Mantova e Bergamo. Complessivamente, sono stati sequestrati 4.25 grammi di sostanza stupefacente di natura cannabinoide, trovati in possesso dei quattro segnalati. Inoltre, è stato denunciato, per il reato di immigrazione clandestina, un cittadino nigeriano che, benché già regolarmente intestatario di foglio di soggiorno, ha ritenuto superfluo chiederne il rinnovo, lasciandolo scadere circa dieci anni orsono.