Cronaca

Coppia aggredita da un uomo a due passi da Porta Nuova

Il trentaduenne ha aggredito con una testata l'uomo e ha minacciato con un coltello la donna

Coppia aggredita da un uomo a due passi da Porta Nuova
Cronaca Verona Città, 07 Agosto 2018 ore 11:55

Coppia aggredita in circonvallazione Oriani, a Verona, poco distante da Porta Nuova. Episodio che si aggiunge a quello avvenuto domenica, sempre a Verona, che ha visto una donna picchiata e rapinata da un malvivente (ne abbiamo parlato QUI).

Coppia aggredita a Verona

Ieri sera, una coppia di fidanzati marocchini passeggiava ai bastioni di circonvallazione Oriani: sembrava tutto tranquillo, finché si è avvicinato loro un trentaduenne tunisino, incensurato che, all'improvviso, ha colpito con una testata il giovane che aveva di fronte, facendolo cadere a terra quasi privo di sensi. A quel punto si è rivolto verso la donna, ed ha provato, armato di coltello, a minacciarla di farsi consegnare la borsetta: al rifiuto di lei, ha tentato allora di strattonarla violentemente, provando invano a portar via il bottino.

L'arrivo delle forze dell'ordine

La coppia ha iniziato ad urlare e tentato di difendersi così il tunisino, spaventato, ha cominciato a scappare, facendo perdere le proprie tracce. Immediata la chiamata al 112, altrettanto tempestivo l’intervento: i carabinieri sono giunti sul posto ed hanno trovato la coppia visibilmente scossa e ferita, ancora a terra. Quindi, insieme al 118, si sono recati al pronto soccorso per le cure del caso e per raccogliere quanto fosse utile per rintracciare il malvivente datosi alla fuga.

L'arresto

Raccolti tutti gli elementi possibili, sono scattate le ricerche delle altre pattuglie dei Carabinieri impegnate nel quotidiano pattugliamento del territorio veronese: ecco quindi che, poco dopo, giunge al pronto soccorso, accompagnato proprio dai militari dell’arma che avevano ricevuto la descrizione dell’uomo, un tunisino, anch'egli ferito, che è stato immediatamente riconosciuto dalle vittime ancora in cura presso l’ospedale. I militari dell’arma, avuta a quel punto piena conferma del coinvolgimento dell’uomo nell'azione criminosa, lo hanno dichiarato in stato di arresto per i reati di tentata rapina aggravata e lesione personale.  Il tunisino è stato condotto presso il carcere di Verona Montorio, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

3 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter