Verona

Crede che la fidanzata sia in difficoltà e chiama il 112, gli agenti la trovano a casa dello spacciatore

Il ragazzo temeva per l'incolumità della sua nuova ragazza in quanto da ore si trovava con altri amici e non riusciva a contattarla. 

Crede che la fidanzata sia in difficoltà e chiama il 112, gli agenti la trovano a casa dello spacciatore
Verona Città, 05 Agosto 2020 ore 16:44

I carabinieri della Compagnia di Verona, nella tarda serata di domenica 2 agosto 2020, hanno arrestato uno spacciatore nonché ricettatore.

La richiesta di soccorso

Tutto è iniziato a seguito di una richiesta al 112 da parte di un ragazzo che temeva per l’incolumità della sua nuova ragazza in quanto da ore si trovava con altri amici e non riusciva a contattarla.  Gli equipaggi della Sezione Radiomobile, allertati dalla Centrale Operativa, dopo avere parlato col richiedente ed individuato l’immobile dove poteva trovarsi la donna, hanno cinturato l’area interessata ricadente in questa via Manzoni.

La ragazza era sorpresa della “visita”

Un militare ha quindi bussato alla porta trovandosi davanti la ragazza ricercata in ottime condizioni di salute la quale, sorpresa della “visita”, con molta tranquillità ha tentato di eludere il controllo. L’operante, insospettito dall’atteggiamento guardingo, ha chiesto il supporto del collega entrando nella stanza vedendo un giovane magrebino che tentava la fuga avvalendosi della finestra; tentativo non riuscito poiché all’esterno vi erano gli altri militari pronti che lo hanno subito immobilizzato.

Trovate le dosi di cocaina

Nell’abitazione in uso a D.M.M., 35 enne, tunisino, pregiudicato, s.f.d., sono state trovate 10 dosi di cocaina, 30 grammi di eroina bilancini, coltelli e materiale per il confezionamento oltre ad altra refurtiva fra cui, 4 biciclette di cui 2 elettriche, utensili e un pc; materiale verosimilmente ceduto da tossicodipendenti in cambio della “dose”. Lo spacciatore è stato quindi arrestato per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio e denunciato alla competente A.G. anche per ricettazione. L’indagato, a seguito di convalida di arresto avvenuta nella mattinata di ieri, è stato gravato della misura custodiale del carcere mentre la ragazza e un terzo suo amico sono stati segnalati alla locale Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità