Crispin D'olot, il menestrello alla letteraria musica tradizionale spagnola

Un'iniziativa che mira ad accrescere la cultura spagnola a Verona.

Crispin D'olot, il menestrello alla letteraria musica tradizionale spagnola
Verona Città, 20 Marzo 2018 ore 12:05

Crispin D'olot, il menestrello alla letteraria musica tradizionale spagnola.

Dulces prendas

Sarà il menestrello Crispìn d’Olot, con la musica tradizionale spagnola, il protagonista dell’evento ‘Dulces prendas’. L’appuntamento è in programma mercoledì 21 marzo, con inizio alle 18, alla Società Letteraria, in piazzetta Scalette Rubiani.

"Verona, patrimonio del Amor. Una ciudad con latidos españoles"

L’iniziativa si inserisce nella rassegna "Verona, patrimonio del Amor. Una ciudad con latidos españoles", che punta ad accrescere la conoscenza della cultura ispanica e, in particolare, dello storico legame che intercorre tra la comunità spagnola veronese e la città. L’evento è ad ingresso gratuito.

Il giullare d'Olot

Durante la serata il giullare d’Olot, riconosciuto a livello internazionale per le sue rappresentazioni della cultura, letteratura e storia spagnola, soprattutto dal XII al XVIII secolo, si esibirà in una selezione di canzoni tradizionali ‘sefardite’, romanze a tema biblico, poemi in latino e italiano e sonetti spagnoli.

Una serata per accrescere la cultura spagnola

La serata, promossa dall’Associazione Culturale Italo-Spagnola – ACIS in collaborazione con l’Università e la Comunità Ebraica di Verona, l’Università di Noth Carolina Wilmington – UNCW e con il patrocinio del Comune di Verona, è stata presentata oggi dall’assessore alla Cultura Francesca Briani. “Un nuovo appuntamento proposto dall’associazione ACIS – spiega l’assessore Briani –, per accrescere tra i veronesi la conoscenza della cultura spagnola e, nel particolare di questa iniziativa, delle antiche tradizioni e sonorità medievali di questo Paese”. Presenti alla conferenza di presentazione, la presidente dell’ACIS Anna Altarriba Cabré, il presidente della Comunità Ebraica di Verona Bruno Carmi, la ricercatrice di Letteratura spagnola dell’Università di Verona Paola Bellomi, il professore di letteratura spagnola all’Università Noth Carolina Wilmington – UNCW Michael Gordon e il giullare Crispìn d’Olot.