Dal Brasile a Verona per conoscere la storia dei propri nonni

Questa mattina alcuni studenti di Encantado Rio Grande Do Sul, cittadina fondata da coloni veneti, sono arrivati a Palazzo Barbieri.

Dal Brasile a Verona per conoscere la storia dei propri nonni
Verona Città, 22 Gennaio 2019 ore 16:47

Scoprire le origini di nonni e bisnonni che, nel secolo scorso, sono emigrati da Verona e dalle altre città del Veneto per sbarcare in Brasile.

 

Ecco perché questa mattina, alcuni studenti di Encantado Rio Grande Do Sul, cittadina fondata da coloni veneti, sono arrivati a Palazzo Barbieri.

 

Partiti dal loro istituto, il “Monsignor Scalabrini” di Encantado, hanno deciso di far visita alle città che hanno dato i natali ai loro famigliari, grazie allo scambio culturale con i ragazzi del liceo “Primo Levi” di Montebelluna, organizzato dall’Associazione Nazionale Emigrati ed Ex Emigrati Australia e Americhe.

La comitiva veneto-brasiliana

Ad accogliere la comitiva veneto-brasiliana, composta da una trentina di giovani accompagnati dai loro docenti, era presente l’assessore Edi Maria Neri. Durante i saluti l’assessore ha consegnato agli studenti il gagliardetto della città di Verona. I ragazzi, invece, hanno raccontato del legame che ancora oggi c’è tra il Brasile e il Veneto e di come la cittadina di Encantado sia stata fondata, a fine ottocento, da veneti provenienti per lo più da San Pietro Valdastico che partirono in massa per disboscare la foresta brasiliana e coltivare le distese agricole dell’America meridionale.

"Che bello accogliere giovani che provengono dall'altra parte del mondo"

“È davvero bello poter accogliere a Palazzo Barbieri giovani che provengono dall’altra parte del mondo e che sono incuriositi dalla storia, in particolar modo quella dei loro progenitori – ha sottolineato l’assessore Neri -. Oggi gli studenti brasiliani visiteranno Verona, anche per andare alla ricerca di tutti quei luoghi che ne fanno la città dell’amore per eccellenza”.

"Uno scambio per riscoprire una pagina di storia trascurata"

“Siamo orgogliosi di essere accolti dal Comune e di poter mostrare ai ragazzi brasiliani le bellezze culturali e storiche di Verona – ha aggiunto Ezio Toffano, preside del liceo di Montebelluna -. Questo scambio rappresenta un’opportunità per riscoprire una pagina di storia trascurata, facendo inoltre convivere ragazzi di continenti lontani ma non così diversi”.

2 foto Sfoglia la gallery

Ad agosto saranno i liceali di Montebelluna a visitare la città di Encantado e l’entroterra brasiliano.