Debutto a Villafranca di "Verona Treno Bici"

Con le due ruote da Venezia al Parco Sigurtà

Debutto a Villafranca di "Verona Treno Bici"
Cronaca 03 Luglio 2017 ore 13:10

Con le due ruote da Venezia al Parco Sigurtà

Debutto festoso ieri, domenica 2 luglio, del primo convoglio “Verona Treno Bici”, il treno turistico promosso da Regione Veneto e Trenitalia sulla tratta Venezia-Verona, con prolungamento sino a Mantova. L’assessore regionale alla mobilità e infrastrutture Elisa De Berti, insieme al direttore regionale di Trenitalia Tiziano Baggio, hanno dato il benvenuto, nella stazione di Villafranca di Verona, ai primi 24 cicloturisti, saliti sul convoglio Etr 360 che sino al 9 settembre collega tutti i sabati, le domeniche e i giorni festivi il capoluogo lagunare con la città di Giulietta, proseguendo poi per Villafranca a Mantova.

Da Villafranca è possibile imboccare le diverse piste ciclabili che conducono a Peschiera, al Parco Sigurtà di Valeggio sul Mincio, a Borghetto sul Mincio, sulle colline moreniche di Mozzecane o proseguire, in sella alla due ruote, fino alla città di Virgilio.

Presenti anche il presidente regionale della Fiab (la Federazione nazionale degli Amici della bicicletta) Luciano Renier, il presidente veronese Corrado Marastoni, l’assessore di Villafranca Roberto Dall’Oca e il conte Giuseppe Sigurtà, titolare del famosogiardino realizzato nel secolo scorso nella tenuta di famiglia lungo il Mincio. Chi arriverà a Valeggio sul Mincio su due ruote, utilizzando il treno-bici, ha diritto ad uno sconto di 3 euro sul biglietto di ingresso al Parco e a percorrervi in sella gli oltre 6 chilometri di percorsi ciclabili interni.

Elisa De Berti ha dichiarato: “Il nuovo Verona Treno Bici offre una straordinaria opportunità al popolo degli amanti della bicicletta di raggiungere agevolmente Verona, nonchè di percorrere le belle piste ciclabili che costeggiano l’Adige, il Mincio, le sponde del Garda, raggiungendo borghi e località noti in tutto il mondo per bellezza e suggestione. La convenzione con il Parco Sigurtà conferisce ulteriore attrattiva a questa forma di turismo, ecologico ed economico, che attira sempre più appassionati".

La Regione Veneto sta investendo con una programmazione costante e mirata nella promozione del cicloturismo abbinato al treno come mezzo di trasporto.  Solo pochi mesi fa è stato costituito a Venezia il Tavolo per la mobilità ciclistica. L'anno prossimo faranno seguito altri progetti per implementare tratte e percorsi.

Il Verona Treno Bici è dotato di 302 posti e sedere e 24 posti bici. Nei giorni festivi e ogni sabato parte da Venezia Santa Lucia alle ore 8.12, raggiunge Verona Porta Nuova alle 9.39, Villafranca alle 9.56 e Mantova alle ore 10.32 (fermando a Mestre, Padova, Vicenza, San Bonifacio, Verona Porta Vescovo, Dossobuono, Mozzecane, Roverbella, Sant’Antonio Mantovano). Al ritorno, partenza da Mantova alle ore 18.28 e arrivo a Venezia Santa Lucia alle ore 20.48.