Degrado

Degrado alla stazione di San Bonifacio, l'estrema destra pronta alla mobilitazione

Forza Nuova Est Veronese lamenta il totale abbandono dell'area a spacciatori e malintenzionati.

Degrado alla stazione di San Bonifacio, l'estrema destra pronta alla mobilitazione
Cronaca San Bonifacio, 06 Settembre 2021 ore 18:53

Le condizioni in cui versa la stazione ferroviaria di San Bonifacio è al centro dell'attenzione del gruppo di estrema destra Forza Nuova Est Veronese. Il responsabile, Maicol Faccini, ha puntato il dito, in particolare, al sottopasso che parte dalla rotonda di via San Marco, viale Trieste e via dei Tigli per sbucare nell'altro segmento di Viale Trieste che esce su via Rotonda.

"Situazione al limite"

«La situazione è all’estremo limite - ha affermato Faccini - come si può vedere dalla foto, infatti molti cittadini da tempo lamentano di odori ed escrementi ovunque con tanto di rifiuti e denunciano una la situazione ormai fuori controllo e mal gestita da questa amministrazione comunale; insieme alle forti lamentele ci giunge la voce che diversi cittadini da tempo hanno chiesto spiegazioni al Sindaco senza mai aver ricevuto risposta; un sindaco che “fa finta di niente” dicendo che “si sta facendo anche troppo”!».

"Pronti alle passeggiate della sicurezza"

«Come in qualsiasi altra area metropolitana in Italia - continua Faccini - nei dintorni della stazione persiste ovviamente il consueto giro di immigrati clandestini e non a tutte le ore del giorno e della notte con relativo spaccio di droga, bottiglie di vetro ovunque a seguito di beveraggi e schiamazzi fino a tarda notte. Che si fa caro Sindaco? Lo vogliamo almeno chiudere la notte con delle cancellate questo sottopasso? Aspettiamo che rimanga a terra qualcosa di peggio di una bottiglia di vetro rotta? Facciamo così…mentre noi e i cittadini che ci hanno chiamato aspettiamo le sue risposte, raccogliamo adesioni per mettere in campo le nostre “passeggiate della sicurezza”».