Cronaca
Carabinieri

Deve scontare dieci anni e nove mesi di reclusione, rintracciato a San Bonifacio

I fatti risalgono al periodo tra il 2014 ed il 2016 quando il nord africano, si è reso responsabile di alcune efferate rapine, commesse a Jesolo e Vicenza, per le quali era già stato tratto in arresto in flagranza di reato dalle Forze dell’Ordine.

Deve scontare dieci anni e nove mesi di reclusione, rintracciato a San Bonifacio
Cronaca San Bonifacio, 21 Ottobre 2021 ore 12:59

Prosegue incessante l’attività di controllo del territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia di San Bonifacio finalizzata alla prevenzione ed al contrasto dei reati.

Deve scontare dieci anni e nove mesi di reclusione

Nella tarda mattinata di ieri, mercoledì 20 ottobre 2021, i militari della Stazione di San Bonifacio, nei pressi del sottopassaggio della Stazione Ferroviaria, vicino allo stabile abbandonato dove appena una settimana fa era stata condotta dagli stessi Carabinieri una massiccia operazione contro l’immigrazione clandestina, hanno identificato e tratto in arresto A.A., 29enne, pregiudicato di origine marocchina, senza fissa dimora, destinatario di un Ordine di Carcerazione della Procura della Repubblica di Vicenza.

Efferate rapine

L’uomo dovrà infatti scontare la pena di dieci anni e nove mesi di reclusione a seguito della condanna per rapina aggravata, lesioni personali aggravate e sequestro di persona inflitta dal Tribunale vicentino.

I fatti risalgono al periodo tra il 2014 ed il 2016 quando il nord africano, si è reso responsabile di alcune efferate rapine, commesse a Jesolo e Vicenza, per le quali era già stato tratto in arresto in flagranza di reato dalle Forze dell’Ordine.
Al termine delle formalità di rito A.A. è stato associato alla Casa Circondariale di Verona – Montorio, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Seguici sui nostri canali