Documenti falsi e altre violazioni scoperti grazie a Giano2

Il nuovo strumento della polizia municipale ha già inchiodato oltre mille persone

Documenti falsi e altre violazioni scoperti grazie a Giano2
Verona Città, 24 Marzo 2018 ore 15:05

Documenti falsi e altre violazioni scoperti grazie a Giano2, il nuovo sistema dato in dotazione alla polizia municipale veronese.

Numeri da capogiro

Individuati dall'inizio dell’anno, dal sistema di controllo ‘Giano2’, 718 veicoli con fermi amministrativi a proprio carico, dovuti a mancati pagamenti di verbali al codice della strada, e 213 per sanzionati nell'utilizzo improprio di pass disabili.

Autisti con documenti non in regola

Queste le tipologie di violazioni rilevate da ‘Giano2’ nell’ultima settimana. In piazzale Olimpia sanzionato con una multa di oltre 800 euro il proprietario di una Fiat Punto utilizzata con documentazione assicurativa falsa. In zona Quadrante Europa è stata sequestrata la carta di circolazione di un autocarro bulgaro, la cui attestazione della revisione non risultava conforme agli originali. L'autista è stato denunciato a piede libero, con interessamento delle autorità consolari dipendenti. Il mezzo è stato portato alla sede dell'azienda, nel bresciano, e messo in fermo di ogni attività di trasporto. In zona Borgo Roma, con il controllo Giano2, è stato individuato un veicolo con targa spagnola, guidato da un cittadino cinese, che dal numero di telaio risultava originariamente immatricolato in Italia. Il veicolo, infatti, è stato primo esportato in Spagna e reimmatricolato e, successivamente, riportato a Verona nonostante vi fossero pendenti sul mezzo cinque fermi amministrativi, di cui due riconosciuti prima del cambio di nazione della targa. Gli agenti hanno sanzionato il proprietario con una multa di oltre 2.000 euro.

Pass disabili anche se la persona intestataria era deceduta

Infine, in zona di piazza Isolo, individuato e multato un cittadino che utilizzava su stallo dedicato il pass disabile intestato alla nonna morta nel 2016.