Verona

Dopo una lite colpisce con una sbarra di ferro l’ex moglie e l’amica, arrestato

Le due donne soccorse hanno ricevuto le cure del caso presso l’ospedale di Borgo Trento

Dopo una lite colpisce con una sbarra di ferro l’ex moglie e l’amica, arrestato
Verona Città, 11 Luglio 2020 ore 15:42

Un attacco d’ira.

La telefonata al 113

Nella serata del 10 luglio 2020., intorno alle ore 21.20, gli operatori delle Volanti della Questura di Verona, hanno tratto in arresto in flagranza di reato P.B., cittadino italiano di origine srilankese, resosi responsabile poco prima di lesioni personali aggravate nei confronti della ex moglie e di un’amica di quest’ultima. Alle ore 20.37 sono giunte al 113 una serie di telefonate da persone residenti in Via A. Doria che hanno segnalato due donne ferite e sanguinanti sulla pubblica via. Le Volanti intervenute sul posto, dopo aver prestato i primi soccorsi alle vittime, hanno acquisito informazioni circa l’autore delle ferite.

Sono state raggiunte dall’ex

Le stesse hanno riferito di essersi recate nell’appartamento di una delle due, quando sono state raggiunte dall’ex marito di una di queste che, a causa della separazione in corso da circa 2 anni, e della lite che ne è scaturita, ha preso una sbarra di ferro e colpito ripetutamente le donne al capo procurando lesioni gravi. L’autore del reato è stato rintracciato poco dopo ancora all’interno dell’appartamento, ove è stata rinvenuta anche la sbarra di metallo utilizzata come arma nonché le tracce ematiche lasciate sul pavimento. L’uomo è stato arrestato e messo a disposizione dell’A.G. per la direttissima odierna.

Sono state curate

Le due donne soccorse hanno ricevuto le cure del caso presso l’ospedale di Borgo Trento, dove è stata diagnosticata la prognosi rispettivamente di 24 gg. all’ex moglie dell’arrestato e di 15 gg. all’amica. Nel frattempo un Ufficiale di P.G. delle Volanti le ha raggiunte al Pronto Soccorso per raccogliere le denunce relative all’accaduto. Nel corso della direttissima, tenuta questa mattina, il Giudice, dopo aver convalidato l’arresto e rinviato l’udienza al 10 settembre 2020, ha disposto la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla ex moglie e dall’altra vittima.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità