Cronaca

Ville di lusso e droga, arresti anche a Castel d'Azzano

A fermare gli indagati in provincia di Verona è stata la Polizia locale di Castel d'Azzano

Ville di lusso e droga, arresti anche a Castel d'Azzano
Cronaca 06 Febbraio 2017 ore 19:13

A fermare gli indagati in provincia di Verona è stata la Polizia locale di Castel d'Azzano

Questa mattina la Polizia di Roma Capitale ha eseguito un ordine di custodia cautelare disposto dal Tribunale di Roma a carico di 11 persone, effettuato nel quartiere di Tor Bella Monaca. Gli arrestati sono tutti responsabili a vario titolo di continue attività illecite legate alla lavorazione allo spaccio di sostanze stupefacenti (eroina e cocaina).

Uno degli indagati, una donna (S.V. classe 1976), considerata il numero 2 dell'organizzazione, ovvero colei che riforniva i pusher, è stata arrestata a Castel d'Azzano.

Le operazioni, iniziate alle 5.30, hanno visto in azione agenti provenienti dal Comando Generale Pso, dai gruppi Spe, Gpit e Torri coordinati dai vicecomandanti Di Maggio. Alle indagini anche il personale della sezione di Polizia Giudiziaria della Procura di Roma, diretti dalla dott.ssa Mileto.

In particolare, i provvedimenti eseguiti sono stati: 7 misure cautelari di custodia in carcere; 3 misure cautelari di arresti domiciliari; 1 misura di sottoposizione all’obbligo di presentazione; 2 sequestri preventivi delegati dei seguenti beni immobiliari, proventi dell’attività: 1 Villa con Piscina, sita in Roma, zona Prato Fiorito. 1 Unità Immobiliare sita nel comune di Terracina (LT). In un caso si è reso necessario procedere all’affidamento di un minore, legato da rapporto di parentela con gli arrestati: a questo hanno collaborato la SOS e i Servizi Sociali Di Roma, Capitale, presenti sul posto.

Le indagini sono partite a gennaio 2016, nel quale il personale di Polizia Locale di Roma capitale ha operato, con prolungate attività di osservazione, intercettazioni ambientali e telefoniche, oltre che a pedinamenti in numerosi quartieri di Roma, in particolare Tor Bella Monaca, Torre Angela, Borghesiana, Rebibbia, Centocelle e San Basilio, nonché nei territori di Valmontone, Campobasso e nella provincia di Verona, precisamente a Castel D'Azzano.

Le ordinanze nei territori fuori provincia di Roma sono state eseguite dalle rispettive Polizie Locali e dai Carabinieri di Cambobasso. Le indagini, durate oltre sette mesi, hanno fatto emergere i legami e i ruoli ricoperti dagli arrestati, facenti capo ad un gruppo familiare radicatosi da tempo nel quartiere di Tor Bella Monaca, responsabili a vario titolo dei reati a loro contestati.

Le perquisizioni, effettuate stamane, sono state effettuate anche con ausilio di unità cinofile della Polizia Penitenziaria, intervenuta con 4 cani: nella villa di Prato Fiorito sono stati rinvenuti e posti sotto sequestro 6 preziosi orologi Rolex e vari monili d’oro. Le persone arrestate, attualmente al Comando Generale, verranno tradotte presso i carceri di Regina Coeli e Rebibbia.