Albaredo d'Adige e Illasi

E’ morto Pierenzo Boninsegna: l’artista e pittore che immortalava l’Adige

Un uomo semplice che amava la pittura, era considerato un artista a 360 gradi.

E’ morto Pierenzo Boninsegna: l’artista e pittore che immortalava l’Adige
Legnago e bassa, 17 Settembre 2020 ore 16:24

Lutto nel veronese.

Un grande artista

Numerosi i paesi in lutto per la scomparsa di Pierenzo Boninsegna, morto oggi, giovedì 17 settembre 2020. Conosciuto e apprezzato ad Albaredo d’Adige ma anche nei numerosi Comuni dove ha portato la sua arte. Un uomo semplice che amava la pittura, era considerato un artista a 360 gradi.

La chitarra, una sua grande passione

Pierenzo Boninsegna oltre a dipingere amava suonare la chitarra e non perdeva l’occasione di poterla allietare i suoi amici con le sue melodie o suonare in qualche evento.

Numerosi messaggi di cordoglio

Sono moltissime le persone che hanno deciso di salutarlo un’ultima volta sui social:

Oggi ci ha lasciato un grande pittore/artista, che ha pitturato, con il suo tocco magico molte attività , un artista a 360 gradi e grande maestro che sapeva farti sorridere disegnando anche su un pezzo di carta.
Ciao Pierenzo Boninsegna…. fai buon viaggio e colora i muri del paradiso”.

“Ciao Pier (Pierenzo Boninsegna) amico collega di tante opere,mi lasci con tantissimi bei ricordi e avventure,ora dipingi e suoni la tua chitarra da lassù, riposa in pace”.

“Molti di noi hanno trascorso assieme a lui gli anni della gioventù prima ascoltandolo suonare la chitarra con Roberto Rezzadore e Mario Piga alla batteria, poi ammirando i suoi quadri ed i suoi murales sempre con soggetto l’Adige ed il ponte a 3 archi (il più bello per me è quello dentro il bar Coala). Ricordiamolo con affetto e gratitudine per quanto ci ha dato”.

“Ciao Pier, sei stato un grande uomo nella tua semplicità, tutti quelli che ti hanno conosciuto hanno potuto apprezzare le tue doti umane e artistiche, ci mancherai”.

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità