Menu
Cerca
L'incidente tra Nogara e Gazzo Veronese

Ebbe una sincope durante lo schianto: assolto il ragazzo che spezzò la vita ai giovani fidanzati

Un terribile schianto nell'estate del 2018 che ha portato alla morte di due giovani fidanzati, i loro corpi sono stati trovati dilaniati.

Ebbe una sincope durante lo schianto: assolto il ragazzo che spezzò la vita ai giovani fidanzati
Cronaca Legnago e bassa, 13 Maggio 2021 ore 11:12

Due famiglie straziate dal dolore e ora nuovamente colpite dall'esito della sentenza che ha assolto il 24enne che era alla guida della Volkswagen Golf Variant e che ha travolto e ucciso la coppia di giovani fidanzati.

Il terribile incidente

Una tragedia in quell'estate del 2018 dove persero la vita due giovani. Era sabato 30 giugno 2018, una bellissima giornata di sole quando, alle 12.20 sulla strada statale 12, via Paglia Nogara e Gazzo Veronese si verificò un terribile incidente. Una Volkswagen Golf Variant condotta da P. N. H., un giovane di Lugagnano di Sona occupò improvvisamente la corsia opposta dove in quel momento stava transitando una motocicletta Yamaha con a bordo Sergio Sandrolini Cortesi, 28 anni, impiegato di Poggio Renatico (Ferrara) e Giulia Signorini, 25enne residente in provincia di Ferrara, a Vigarano Pieve.

A causa del forte impatto, i corpi dei fidanzati sono stati sbalzati dalla motocicletta, il 28enne è andato a sbattere violentemente contro una cancellata e poi contro un muretto. Il corpo straziato della ragazza è stato trovato poco tempo dopo sopra una siepe.

Ebbe una sincope durante lo schianto

Il pm aveva chiesto una condanna a 3 anni e 8 mesi di reclusione per il 24enne ma ora il giudice ha dichiarato che il 24enne alla guida della Volkswagen Golf Variant non è imputabile perché ebbe una sincope al momento dello schianto.

Una notizia che ha gelato il sangue delle famiglie dei fidanzati che non si danno pace. Secondo quanto spiegato dal difensore del giovane, il 24enne ha scoperto dopo la terribile tragedia di avere problemi di cuore. Il giovane infatti ha deciso di sottoporsi a degli esami specialistici e oragli è stato impiantato un "pacemaker bicamerale". Sembra quindi che all'origine dell'incidente vi sia un primo episodio sincopale che ha determinato un'improvvisa e transitoria perdita di coscienza e del tono posturale.