Ecco dove vivono i «Paperoni» della Provincia: i ricchi sul Lago, male invece la Bassa

Grazie alle analisi statistiche del Dipartimento Finanza del Ministero dell’Economia siamo in grado di fornirvi i dati estrapolati dalle dichiarazioni 2018 per l’anno d’imposta 2017. 

Ecco dove vivono i «Paperoni» della Provincia: i ricchi sul Lago, male invece la Bassa
Verona Città, 29 Aprile 2019 ore 09:41

Ecco dove vivono i «Paperoni» della Provincia: i ricchi sul Lago, male invece la Bassa. Grazie alle analisi statistiche del Dipartimento Finanza del Ministero dell’Economia siamo in grado di fornirvi i dati estrapolati dalle dichiarazioni 2018 per l’anno d’imposta 2017.

Ecco dove vivono i «Paperoni» della Provincia: i ricchi sul Lago, male invece la Bassa

In provincia di Verona nel 2018 i contribuenti sono stati 641.985, di cui 3.922, ossia lo 0,61 per cento, ha dichiarato zero euro, 156.879, pari al il 24,44 per cento, meno di 10mila euro, mentre 5.819, lo 0,85 per cento, più di 120mila euro. Questi ultimi contribuenti, chiamati simpaticamente «Paperoni», hanno avuto un reddito medio di 224.864,48 euro. Sono questi i dati che emergono dalle analisi statistiche del Dipartimento Finanza del Ministero dell’Economia estrapolati dalle dichiarazioni 2018 per l’anno d’imposta 2017.

Lazise «roccaforte» dei ricchi

E dalla lettura dei numeri emergono alcuni spunti interessanti, come quelli relativi al comune lacustre di Lazise; esso, infatti, merita la «palma» di comune «Paperone». Qui, infatti, i contribuenti sono solo 5.428, ma in totale hanno dichiarato 124.908.442. Sessanta di loro hanno dichiarato zero o meno di zero, 1.425 da zero a 10mila e ben 101 oltre i 120 mila euro. Il reddito medio di Lazise è 23.011,87 euro, secondo in provincia solo a quello di Verona, mentre quello medio dei paperoni è di 284.759,46 euro, cifra che non ha rivali anche in termini percentuali, visto che i ricchi sono l’1,86 per cento. In generale le prestazioni dei comuni turistici del lago sono tutte molto alte, segno che, oltre agli «stanziali», negli anni questi luoghi hanno saputo attirare residenti facoltosi.

Comuni a «Paperoni zero»

Di paperoni invece non ce ne sono a Belfiore, Boschi Sant’Anna, Brentino Belluno, Concamarise, Erbé, Erbezzo, Ferrara di Montebaldo, Palù, Roveredo di Guà, San Mauro di Saline, San Pietro di Morubio, Selva di Progno, Sorgà, Velo e Vestenanova. Lago, dunque, che ride, Bassa, al contrario, che «piange».

Concamarise fanalino di coda

A Concamarise va infatti anche il poco ambito riconoscimento per il comune che ha la percentuale più alta di contribuenti che hanno dichiarato zero o meno di zero: 1,61 per cento, zero ricchi e reddito medio tra i più bassi della provincia. Ma non il più basso: quello è stato individuato a San Mauro di Saline, dove il 40,6 per cento ha dichiarato meno di 10mila euro, ma allo stesso tempo nessuno, accanto ai redditi 2017 per il 2018, ha scritto «zero».

Seguici sui nostri canali