Verona

Elcograf: parlamentari e Comune uniti per evitare gli esuberi

L'obiettivo è mettere in atto, ognuno per la propria competenza, tutte le iniziative utili per ridurre gli impatti negativi della crisi e salvaguardare i posti di lavoro.

Elcograf: parlamentari e Comune uniti per evitare gli esuberi
Verona Città, 02 Novembre 2020 ore 16:37

Oggi, lunedì 2 novembre 2020, il sindaco di Verona, Federico Sboarina ha partecipato all’incontro organizzato dall’UGL di Verona nella sede di Elcograf in via Mondadori, per affrontare la situazione occupazionale dell’azienda, in forte difficoltà a seguito della generale contrazione del mercato editoriale, e in particolare della stampa periodica e ora anche per gli effetti della pandemia.

Mettere in atto le iniziative

Al tavolo insieme al sindaco c’erano il direttore Risorse umane di Elcograf Maurizio Vercelli Dequarti e Alessandro Zenati e Alberto Pietropoli della Segreteria UGL; in videocollegamento i parlamentari veronesi Ciro Maschio (FdI), Alessia Rotta (Pd), Paolo Paternoster (Lega nord) e Francesca Businarolo (Cinque stelle). L’obiettivo è mettere in atto, ognuno per la propria competenza, tutte le iniziative utili per ridurre gli impatti negativi della crisi e salvaguardare i posti di lavoro.

L’adeguamento del personale potrebbe essere richiesto per i mutati cambiamenti del mercato e a una contrazione di commesse e di redditività. Si tratta tuttavia di un’ipotesi non immediata, visto che è stato prorogato il regime di cassa integrazione attivato per il Coronavirus.

Procedure di prepensionamento

La volontà di sindaco e parlamentari è pertanto quella di intervenire per riuscire a scongiurare l’ipotesi, garantendo l’occupazione a tutti. I deputati veronesi possono verificare la possibilità di attivare procedure di prepensionamento. Ciò permetterebbe di ricollocare i presunti esuberi perché ci sono rami aziendali, come quello della stampa dei libri, in cui l’azienda ha di recente investito con l’acquisto di nuovi macchinari. Il sindaco di Verona, a margine dell’incontro ha affermato:

” I lavoratori devono sapere che non sono soli in questa vertenza. Il confronto di questa mattina è stato utile per avere il quadro generale della situazione in cui si trova lo stabilimento veronese. Ora tocca noi fare massa critica e trovare le soluzioni possibili per evitare licenziamenti collettivi e salvaguardare i posti di lavoro. Il fatto che si tratti di un’ipotesi non immediata, ci da’ il tempo per giocare d’anticipo e agire preventivamente. Sto organizzando un incontro in Comune d’accordo con tutte le sigle sindacali a cui parteciperanno i parlamentati veronesi, i capogruppo in Consiglio comunale e i rappresentanti delle Rsu aziendali”.

Il presidente del Consiglio comunale e parlamentare Ciro Maschio ha spiegato:

“Confronto utile con azienda e sindacati per capire quale possa essere una soluzione percorribile. Abbiamo confermato la volontá di collaborare tra parlamentari e Comune, al di lá delle posizioni politiche, per arrivare al risultato. Tutti devono fare uno sforzo, il Governo piú di tutti. Stiamo uniti e continuiamo a lavorarci“.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità