Verona

Era stato espulso ma è rientrato in Italia, arrestato alle Golosine

Dopo avere declinato le proprie generalità ed essendo sprovvisto di documenti è stato condotto negli uffici del comando per essere sottoposto a rilievi fotosegnaletici.

Era stato espulso ma è rientrato in Italia, arrestato alle Golosine
Verona Città, 20 Giugno 2020 ore 14:53

I carabinieri della sezione radiomobile di Verona, nella notte di ieri, hanno arrestato un peruviano che ha fornito false generalità per nascondere la sua precedente espulsione.

Si è mostrato subito nervoso

Nello specifico la pattuglia della Sezione Radiomobile, impegnata nel contrastare il fenomeno della prostituzione in zona Golosine, vedendo una manovra azzardata fatta da una Mercedes, ha deciso di approfondire il controllo e identificarne gli occupanti. Da subito, il passeggero, E.C., 40enne, peruviano, pregiudicato, si è mostrato nervoso: così, dopo avere declinato le proprie generalità, vista l’assenza di documenti validi per l’identificazione, è stato condotto presso gli uffici del comando per essere sottoposto a rilievi fotosegnaletici. Il conducente del veicolo, invece, è stato contravvenzionato per guida contromano.

Gli accertamenti

Gli esiti degli accertamenti dattiloscopici hanno fornito le esatte generalità del peruviano, appurando che lo straniero era già stato espulso dal T.N. nel 2019 e rientrato illegalmente in Italia di recente.  Arrestato per quanto falsamente dichiarato e per avere fatto ritorno nel territorio, è stato trattenuto in cella a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e in attesa di essere giudicato con rito direttissimo. Al termine dell’udienza di avvenuta convalita dell’arresto, ha patteggiato la pena di 8 mesi di reclusione col beneficio della sospensione. L’immigrato sarà nuovamente espulso.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità