Ritirata pistola e tesserino

Era un carabiniere l’adescatore di ragazzine smascherato dalle Iene

Aveva finto di essere un 15enne per riuscire a indurre una 13enne ad avere un rapporto sessuale con lui.

Era un carabiniere l’adescatore di ragazzine smascherato dalle Iene
Villafranca, 15 Ottobre 2020 ore 13:06

Sono stati i suoi colleghi ad effettuare la perquisizione.

Sospeso dal servizio

Il servizio de “Le Iene” di martedì 13 ottobre 2020 ha dato i suoi frutti. Il carabiniere della compagnia di Villafranca ma in servizio a Castel d’Azzano, che ha cercato di adescare una 13enne a Peschiera del Garda è stato sospeso dal servizio. Sono stati proprio i suoi colleghi a perquisire la sua abitazione e anche la caserma nella giornata di ieri, mercoledì 14 ottobre 2020.

E’ indagato

Pesanti le accuse nei suoi confronti che sono state ipotizzate dalla Procura: dalla tentata violenza sessuale e pedopornografia alla corruzione di minorenne. Al carabiniere è stato ritirato il tesserino e la pistola d’ordinanza dopo la messa in onda del servizio che ha smascherato le conversazioni che l’uomo aveva avuto con una 13enne spacciandosi per un 15enne. Numerosi i messaggi a sfondo sessuale oltre all’invio di video pornografici che sono stati inviati alla minorenne attraverso un profilo Instagram.

LEGGI ANCHE: Ruba l’identità di un 15enne morto per adescare una 13enne a Peschiera, incastrato da “Le Iene”

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità