Menu
Cerca
Verona

Evade dai domiciliari a bordo di un motociclo rubato e causa un incidente

E' evaso nel cuore della notte, allontanandosi da casa a bordo di un motociclo rubato guidato da un connazionale pregiudicato.

Evade dai domiciliari a bordo di un motociclo rubato e causa un incidente
Cronaca Verona Città, 14 Gennaio 2021 ore 14:07

Era sottoposto agli arresti domiciliari ma, noncurante della misura cautelare e delle restrizioni alla circolazione previste dalla vigente normativa, è evaso nel cuore della notte, allontanandosi da casa a bordo di un motociclo rubato guidato da un connazionale pregiudicato.

L’incidente

La fuga dei due uomini, però, è stata breve: dopo poche centinaia di metri, infatti, il motociclo ha tamponato un taxi, finendo rovinosamente a terra ed attirando l’attenzione di una Volante in transito.

E’ accaduto ieri mercoledì 13 gennaio 2021 intorno alle 00.50, quando nel corso di un normale servizio di prevenzione e controllo del territorio, gli agenti delle Volanti hanno notato in Corso Venezia, all’altezza di via Torbido, un motociclo riverso a terra, accanto al quale si trovava un ragazzo che stava cercando di prestare soccorso al conducente del motociclo, rimasto a terra con le gambe bloccate sotto il mezzo.
Sul posto era presente anche un taxi che, come accertato dai successivi rilievi, era stato tamponato dal motociclo.

I primi soccorsi

Gli operatori sono, pertanto, intervenuti immediatamente per sincerarsi delle condizioni delle persone coinvolte nel sinistro, prestando i primi soccorsi all’uomo rimasto a terra.

Approfittando di tale situazione, l’altro giovane che viaggiava sul motociclo, ha tentato di dileguarsi dal luogo del sinistro, ma è stato prontamente fermato e subito riconosciuto dagli agenti. Si tratta di H.K., 35enne cittadino tunisino, gravato da numerosi precedenti in materia di stupefacenti, resistenza e minaccia a Pubblico Ufficiale, ricettazione, danneggiamento ed evasione ed attualmente sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.
Anche il conducente del motociclo, T.K., 50enne tunisino, era già noto alle Forze dell’Ordine e in suo possesso gli agenti hanno rinvenuto un bastone telescopico.

Motociclo rubato

Dai primi accertamenti è, inoltre, emerso che il motociclo a bordo del quale viaggiavano i due tunisini era rubato. Pertanto, al termine degli accertamenti, H.K. è stato arrestato per evasione, mentre T.K., è stato denunciato per ricettazione e possesso di armi od oggetti atti ad offendere.

H.K., peraltro, non è nuovo a simili episodi: soltanto lo scorso 23 dicembre, infatti, era stato arrestato per lo stesso reato. Entrambi sono stati, infine, sanzionati per la violazione della vigente normativa per il contenimento del contagio epidemiologico, trovandosi fuori casa senza giustificato motivo dopo le 22.
In mattinata, all’esito del rito direttissimo, il Giudice ha convalidato l’arresto e ripristinato la misura degli arresti domiciliari.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli