Cronaca

Evade dai domiciliari e viene arrestato

Motta era agitato giustificandosi con la sua convinzione di essere stato, fino a poco prima, inseguito da un uomo di cui non sapeva fornire descrizione alcuna e di cui gli agenti non hanno rilevato traccia.

Evade dai domiciliari e viene arrestato
Cronaca Est Veronese, 27 Marzo 2018 ore 16:42

Evade dai domiciliari e viene arrestato.

In mezzo alla carreggiata in stato di agitazione

Nella serata di ieri, lunedì 26 marzo, intorno alle 22, durante l'attività di pattugliamento in zona Borgo Venezia, la volante della polizia di Stato, transitando su via Unità d’Italia, intercettava un uomo che stava camminando in mezzo alla carreggiata, in evidente stato di agitazione. Per evitare che il soggetto potesse essere investito da altri veicoli di passaggio, la volante si posizionava, con le luci lampeggianti blu accese, a protezione dello stesso, fino a fargli raggiungere il bordo della strada.

Identificato un giovanissimo di San Martino Buon Albergo

Una volta scesi dall’auto di servizio, gli agenti procedevano all’identificazione di Nicholas Motta, italiano di 20 anni residente a San Martino Buon Albergo, che continuava a manifestare un elevato stato di inquietudine, dovuto, a suo dire, dal fatto di essere stato, fino a poco prima, inseguito da un uomo di cui non sapeva fornire descrizione alcuna e di cui gli agenti non hanno rilevato traccia.

Il ragazzo era in regime di arresti domiciliari

A seguito di ulteriori, più approfonditi accertamenti, emergeva invece che il Motta era stato tratto in arresto nel pomeriggio di ieri dai Carabinieri di San Martino Buon Albergo ed era stato collocato in regime di arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo. Gli agenti procedevano pertanto a trarre nuovamente in arresto l’uomo per il reato di evasione, trattenendolo presso le camere di sicurezza della Questura. Questa mattina, il giudice ha disposto gli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico, in attesa del rinvio dell’udienza al 16 maggio 2018.