Verona

Fermata 21enne per essere espulsa dal territorio nazionale, prende a calci e morsi gli agenti

Ha dato in escandescenze danneggiando la porta dell’ufficio dove era trattenuta staccandone alcuni pezzi che ha nascosto tra gli indumenti intimi.

Fermata 21enne per essere espulsa dal territorio nazionale, prende a calci e morsi gli agenti
Verona Città, 09 Luglio 2020 ore 15:53

Le Volanti della Questura di Verona mettono a segno un altro arresto nel pomeriggio di ieri, mercoledì 8 luglio 2020.

Una volta fermata ha reagito male

Una 21enne marocchina, in passato già destinataria di un provvedimento di espulsione, è stata condotta negli uffici della Questura per essere nuovamente espulsa dal territorio nazionale. Durante gli accertamenti amministrativi e medico-sanitari necessari per dare corso alla procedura, però, la giovane ha dato in escandescenze, arrivando perfino a danneggiare la porta dell’ufficio dove era trattenuta nel frattempo e a staccarne alcuni pezzi che ha nascosto tra gli indumenti intimi, rischiando così anche di ferirsi.

Ha iniziato a inverire contro gli agenti

Non soddisfatta, e senza smettere di insultare gli operatori, ha aggredito questi ultimi a calci e morsi, costringendo uno di loro a farsi refertare e a sottoporsi alla profilassi. A seguito di questi comportamenti, la 21enne, che ha iniziato a collezionare denunce e procedimenti penali fin da quando era ancora minorenne, è stata arrestata per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e lesioni. Il processo per direttissima ha avuto luogo nella mattinata odierna. Il Giudice ha convalidato l’arresto, disposto la custodia cautelare in carcere, fissando l’udienza al 23 luglio prossimo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità