Legnago

Finestrini rotti al parcheggio, Lorenzetti: “Aumenteremo le telecamere, chiesto il commissariato”

Sindaco durissimo nei confronti delle parole dell'esponente della Cisl: “Offende gli elettori che ci hanno votato, inammissibile”.

Finestrini rotti al parcheggio, Lorenzetti: “Aumenteremo le telecamere, chiesto il commissariato”
Legnago e bassa, 22 Giugno 2020 ore 17:38

Diverse le soluzioni messe in campo.

Una situazione difficile

Il sindaco di Legnago, Graziano Lorenzetti, a seguito degli episodi di vandalismo avvenuti nel week end, dove delle persone si sono ritrovate con i finestrini delle macchine distrutti, ha spiegato:

La situazione purtroppo non è semplice perché ci ritroviamo a doverci confrontate con queste persone che se oggi vengono prese, domani sono già libere, se non intervengono a cambiare le leggi nazionali, è difficile contrastare in modo concreto. Queste persone si sentono legittimate di fare queste azioni. Di certo aumenteremo le telecamere presenti, ci saranno 5 agenti della Polizia Locale in più e abbiamo chiesto ufficialmente il Commissariato di Polizia”.

Quel commento “di troppo”…

Sui social in questi giorni non sono mancate le critiche da parte dell’opposizione e non solo. Il sindaco però non ha tollerato il commento di Massimo Castellani, segretario provinciale CISL che aveva scritto:

“Non serve essere un genio per intuire che questi non sarebbero stati in grado di amministrare un condominio di tre appartamenti. Altro che Legnago riparte. Per carità”.

A tal proposito il sindaco Lorenzetti ha affermato:

E’ la goccia che ha fatto traboccare il vaso quanto postato su Facebook da Castellani è vergognoso, intanto per le affermazioni quello che abbiamo avuto modo di fare, non sta nelle sue competenze discutere di cose del genere. Quella mossa da lui è un’offesa nei confronti dei cittadini che hanno votato l’amministrazione, faremo un esposto presso la CISL provinciale, regionale e nazionale. E’ incomprensibile come una persona con il suo ruolo possa fare affermazioni simili”.

Il vicesindaco Roberto Danieli ha proseguito:

Voglio ricordare che noi ci siamo trovati a non avere nulla di programmato o di progetti pronti, inoltre c’era poco organico. Ora di finirla, capisco l’attacco da parte dell’opposizione che fa il suo lavoro ma non un attacco di denigrazione personale con quello che ha scritto il signor Castellani. Posso accettarlo da parte di un cittadino comune ma non da chi ha un ruolo, mi aspettavo invece che ci contattasse con delle proposte semmai. Noi abbiamo una visione di una Legnago rivoluzionata, partiranno dei grandi progetti che comprenderanno anche il centro storico”.

L’assessore con delega alla Sicurezza, Luca Falamischia, ha concluso:

“La minoranza fa quello che deve fare ma voglio ricordare che quando ci siamo insediati mancavano 30 persone. Ora c’è un collegamento diretto tra amministrazione e personale. Riguardo ai commenti che si leggono sui social, sì noi avevamo promesso sicurezza e posso dire che noi ascoltiamo subito i cittadini, basta pensare che non c’è alcuna occupazione abusiva nella cascina, in Via Trieste avevamo effettuato uno sgombero e ora ne faremo un secondo. Se c’è un problema noi ascoltiamo, in qualsiasi ambito e poi agiamo per venire incontro ai cittadini. Ovviamente non abbiamo la bacchetta magica, stiamo facendo i salti mortali per programmare il futuro di Legnago. C’è un filo diretto con la Polizia Locale in modo da andare sempre a fondo dei problemi”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità