Cronaca

Fuga con veicolo rubato

Ventunenne intercettato dalla polizia.

Fuga con veicolo rubato
Cronaca Verona Città, 06 Giugno 2018 ore 15:13

Fuga con veicolo rubato. Ventunenne intercettato dalla polizia.

Il tentativo di superare il confine

Ha cercato di oltrepassare il confine italiano per dirigersi a Nizza, città dalla quale aveva in programma di trovare un passaggio navale per recarsi in Algeria al fine di sottrarsi ai provvedimenti in esecuzione emessi dall’Autorità Giudiziaria italiana. Questo era il piano di Sid Ali Salmi, ventunenne nato e residente a Bolzano, che la scorsa notte è stato intercettato dalle Volanti della Questura di Verona mentre, a bordo di un veicolo rubato, ha tentato di mettere in atto il suo proposito.

La segnalazione

La scorsa notte, la Sala Operativa della Questura di Verona ha ricevuto la chiamata da parte di un cittadino che ha raccontato di aver assistito all’arrivo, nel parcheggio sottostante la sua abitazione, di un veicolo che nella fretta di parcheggiare era andato a sbattere contro il muro, provocando danni al mezzo. Il testimone, dopo aver fornito una dettagliata descrizione del conducente, ha riferito che l’uomo, una volta sceso dal veicolo, si era nascosto in un angolo del parcheggio e aveva iniziato a frugare, con l’ausilio di una torcia, all’interno di uno zaino. Al termine di tali operazioni il soggetto, a detta del segnalante, si era allontanato a piedi in direzione dei palazzi di via Lussino, a Verona.

L'auto risultata rubata

Gli operatori delle volanti di zona, immediatamente inviate sul posto, hanno individuato all’interno dell’area di sosta indicata una Citroen ZX di colore bianco, danneggiata nella parte anteriore come indicato dal testimone. Da controllo effettuato sulla targa, il veicolo è risultato compendio di furto, denunciato lo scorso 3 giugno alla Stazione Carabinieri di Conegliano, a Treviso.

Indizi lungo il percorso

Gli agenti hanno rinvenuto, poco distante, anche lo zainetto descritto, abbandonato in un angolo del parcheggio e contenente un cacciavite, la chiave della vettura rubata e una Carta di Identità dell’uomo successivamente identificato. Da un controllo del nominativo è emerso che la persona era pluripregiudicata per reati contro la persona e contro il patrimonio, nonché destinatario della misura dell’affidamento in prova, concessa dal Tribunale di Sorveglianza di Bolzano lo scorso 27 aprile.

L'operazione di arresto

Gli operatori di Polizia, supponendo che l’uomo ricercato sarebbe ritornato da lì a poco per recuperare i propri effetti personali, hanno deciso di appostarsi nelle vie circostanti che conducevano all’ingresso del parcheggio. Intorno alle 1.35 gli agenti hanno individuato l'uomo che si stava dirigendo verso l’area di sosta per poi procedere verso la vettura rubata. In questo frangente, la Volante si è posizionata in modo da bloccare lo spostamento dell’auto mentre un altro poliziotto, che si trovava poco distante, si è avvicinato al malvivente, nascosto dietro a una delle auto in sosta, e lo ha bloccato con l’aiuto degli altri colleghi giunti sul posto. L’uomo è stato trovato in possesso delle chiavi rubate, prelevate dallo zainetto, nonché di un coltello a serramanico della lunghezza di 16 cm, il tutto sequestrato dalla Polizia.

 

Per quanto riscontrato, gli agenti hanno deciso di procedere all’accompagnamento in Questura della persona identificata, poi denunciata a piede libero per i reati di ricettazione, possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli, porto di armi o di oggetti atti ad offendere. Sviluppata poi l’identità dell’uomo, è emerso un provvedimento della sospensione dell’affidamento in prova con contestuale ordine di custodia cautelare in carcere.  Salmi è stato quindi accompagnato nella Casa Circondariale di Montorio.