Cronaca
Cologna Veneta

Funerale probabilmente a porte chiuse per Sara Pavan, 50enne morta nell'incidente a Montebello

Ha perso la vita intorno alle 21 di sabato 29 febbraio 2020

Funerale probabilmente a porte chiuse per Sara Pavan, 50enne morta nell'incidente a Montebello
Cronaca Legnago e bassa, 03 Marzo 2020 ore 14:26

Funerale probabilmente a porte chiuse per Sara Pavan a causa delle restrizioni.

Funerale probabilmente a porte chiuse per Sara Pavan, 50enne morta nell'incidente a Montebello

Si prospetta un funerale " a porte chiuse" quello di Sara Pavan, 50enne che ha perso la vita intorno alle 21 di sabato 29 febbraio 2020. Un tragico schianto tra due auto sotto il cavalcavia autostradale del casello di Montebello Vicentino. Non è ancora stato reso noto il giorno per il funerale di Sara ma, probabilmente, sarà riservato solamente ai famigliari. Il tutto si rende necessario in merito alle disposizioni emanate dal Governo. Nel pomeriggio di ieri, lunedì 2 marzo 2020, i Vescovi della Provincia ecclesiastica veneta si sono incontrati, in riunione straordinaria, presso la sede della Conferenza Episcopale Triveneto a Zelarino (Venezia) per fare il punto della situazione e condividere alcune linee
comuni alla luce del nuovo decreto, uscito ieri sera dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, sull’emergenza Coronavirus che tocca così profondamente le comunità ecclesiali e
l’intero contesto sociale, economico e culturale della Regione Veneto.

Don Roberto Campostrini, Vicario Generale ha affermato:

"Cari confratelli, i Vescovi del Triveneto in una riunione straordinaria sono giunti a queste conclusioni che cambiano le disposizioni  precedentemente date, restringendo le concessioni che avevamo concordato con il prefetto di Verona e quindi vi prego di attenervi a quanto indicato. Siamo consapevoli che potranno esserci reazioni dei fedeli, ma pur  con tristezza e amarezza, vi chiediamo di rispettare le indicazioni date in spirito di obbedienza ai nostri vescovi".

Per i Vescovi veneti la triste e dolorosa decisione, assunta a seguito delle disposizioni emanate dal Governo e finalizzate a fronteggiare le presenti criticità, di sospendere nelle
chiese la celebrazione dell’Eucaristia “in forma pubblica” rappresenta un gesto mosso da una carità pastorale verso i fedeli e da un atto di saggezza e responsabilità ecclesiale e civile
nell’esercizio del governo delle Chiese locali.

Nelle indicazioni dei Vescovi si legge:

"b. sono sospese le S. Messe esequiali; è consentita la benedizione della salma, in occasione della sepoltura, alla presenza dei soli familiari e alle condizioni di cui al n. 1 (Per evitare assembramenti di persone l’accesso a tutti i nostri spazi aperti al pubblico sarà possibile a condizione che a tutte le persone presenti, secondo il
disposto dell’art. 2.1 lett. d, f, h, i, del Decreto venga garantita la possibilità di “rispettare la distanza
tra loro di almeno un metro”); le S. Messe esequiali potranno essere celebrate solo al superamento di questa fase critica".

LEGGI ANCHEIncidente mortale sul lavoro, operaio di Lonigo schiacciato dal muletto

LEGGI ANCHEVerona e Padova tra i migliori ospedali secondo Newsweek

Numerosi i messaggi di cordoglio per Sara

Sui social intanto sono numerose le persone che vogliono ricordare Sara per la sua gentilezza, il suo sorriso e la sua disponibilità. Molti infatti hanno detto di lei:

"Dolcissima Sara non dimentichero' mai il sorriso che mi facevi ogni volta che mi incontrarvi"

"Non posso scordare il tuo sorriso, condoglianze alla famiglia"

"Una donna meravigliosa con un carattere bellísimo, mi dispiace molto Sara RIP cara, penso alle sue due figlie! Che possano trovare le forze e che il papà faccia ritorno a casa"

"Hai lasciato un vuoto enorme nel condominio. La tua solarità illuminava
tutti noi... addio Sara,rimarrai sempre nei nostri cuori"

Torna alla home

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter