Cronaca

Furto al santuario "Madonna della Bassanella"

Sotto controllo da qualche tempo, sono stati trovati con attrezzi modificati per riuscire ad asportare monete e banconote.

Furto al santuario "Madonna della Bassanella"
Cronaca Est Veronese, 10 Marzo 2018 ore 10:53

Furto al santuario "Madonna della Bassanella".

Rubavano le offerte

furto al santuario di Soave
Bottino e arnesi del colpo del 9 marzo 2018

Nel pomeriggio di venerdì 9 marzo i Carabinieri della Stazione di Soave hanno arrestato due persone, un uomo moldavo 49enne ed una donna romena 42enne, sorpresi a rubare le offerte dalle cassette del santuario “Madonna della Bassanella”.

I sospetti

I due, l’uomo incensurato mentre la donna un’“habitué”, erano da qualche tempo sotto osservazione da parte dei militari di Soave, da quando nel citato luogo di culto erano stati notati strani ammanchi tra le offerte. E così i Carabinieri, nel pomeriggio di ieri, si sono appostati ed hanno pazientemente atteso fino a quando i due sono riapparsi sul luogo del delitto.

Bottino e utensili

All’uscita dalla chiesa l’uomo e la donna sono stati controllati e trovati in possesso di più di 250 euro, oltre che di utensili artatamente modificati pere riuscire a trafugare monete e banconote dalle fessure delle cassette.

In mattinata l'udienza

I due, quindi, sono stati dichiarati in stato d’arresto dai Carabinieri ed accompagnati nelle camere di sicurezza della caserma di San Bonifacio in attesa dell’udienza con rito direttissimo che si terrà nella mattinata odierna presso il Tribunale di Verona.