Cronaca

Furto di cosmetici da Coin

Ventiduenne arrestata dalla polizia di Stato per un furto dal valore di 250 euro.

Furto di cosmetici da Coin
Cronaca Verona Città, 25 Luglio 2018 ore 14:10

Furto di cosmetici da Coin. Ventiduenne arrestata dalla polizia di Stato per un furto dal valore di 250 euro.

L'arresto

Un altro arresto è stato eseguito, nella giornata di ieri, martedì 24 luglio, dagli agenti delle Volanti della Questura di Verona. A finire in manette una giovane donna: Fradi Maroua, tunisina di ventidue anni, regolarmente soggiornante nel territorio italiano, resasi responsabile del reato di furto aggravato ai danni del negozio Coin di via Cappello. Nel mirino della ladra il reparto cosmetici dell’esercizio commerciale.

L'ingresso alla Coin

Erano circa le 15.30 quando la ragazza ha deciso di fare il suo ingresso nel punto vendita, intenzionata a mettere in atto il suo progetto criminoso. Raggiunto immediatamente il settore dedicato all’esposizione dei prodotti di bellezza, la donna ha prelevato alcune confezioni dagli scaffali per dirigersi poi al primo piano nei camerini del reparto abbigliamento senza portare con sé alcun capo da provare.

Comportamenti sospetti

Proprio questo atteggiamento ha attirato l’attenzione del personale addetto alla sorveglianza che ha così deciso di seguire i movimenti della straniera mantenendosi a distanza ravvicinata. La donna, convinta di non essere stata notata, ha ripetuto questa strategia per ben tre volte nell’arco dell’ora successiva insospettendo sempre di più il vigilante che, dopo lunga osservazione dei movimenti della giovane, ha deciso di entrare nella cabina di prova all’interno della quale ha rinvenuto, abbandonate a terra, diverse scatole di cosmetici con relative placche antitaccheggio.

Bloccata, ha ammesso il reato

Al fine di evitare che la donna riuscisse a portare con sé la merce prelevata, l’addetto alla sicurezza ha deciso di posizionarsi all’uscita, subito dopo le barriere antitaccheggio. Al passaggio della ragazza, queste si sono allarmate segnalando la presenza di placche di sicurezza non ancora disattivate. A questo punto, il personale di vigilanza si è qualificato e ha chiesto alla ragazza di effettuare un controllo sulla merce acquistata. Vistasi scoperta, Fradi Maroua ha ammesso il furto e aperto la borsa mostrando i cosmetici rubati.

Accertamenti

I poliziotti delle Volanti, inviati sul posto, hanno accertato che la merce asportata, del valore complessivo di circa 250 euro, consisteva in 21 articoli di cui 16 invendibili in quanto danneggiati e 5 ancora integri, completi della placca di sicurezza. Gli agenti, a seguito degli accertamenti effettuati in loco e alla luce delle testimonianze raccolte, dopo aver riconsegnato i prodotti sottratti all’avente diritto, hanno tratto in arresto Fradi Maroua per il reato di furto aggravato e hanno provveduto ad accompagnarla negli Uffici della Questura dove hanno riscontrato che su di essa non gravava alcun precedente penale.

Misura cautelare e multa

Il P.M., reso edotto dell’avvenuto arresto, ha disposto, nei confronti della straniera, la misura della detenzione al proprio domicilio, in attesa della celebrazione del rito direttissimo che si è svolto oggi, mercoledì 25 luglio. Questa mattina, a seguito della convalida dell’arresto, il giudice ha condannato la donna a 6 mesi di reclusione e 200 euro di multa, disponendo la sospensione della pena.