Cronaca

Furto di profumi alla Coin di via Cappello

La polizia ha arrestato due rumene

Furto di profumi alla Coin di via Cappello
Cronaca Verona Città, 06 Luglio 2018 ore 15:49

Furto di profumi alla Coin di via Cappello.

Lo scorso pomeriggio, intorno alle ore 17.30, i poliziotti delle Volanti sono intervenuti per bloccare due straniere resesi responsabili del furto di 4 profumi, del valore complessivo di circa 400,00 euro, perpetrato ai danni del negozio “Coin” di Via Cappello.

Fermate all'uscita

Le ladre sono state sorprese nella loro azione furtiva dall’addetto alla sicurezza che le individuava fin da subito mentre si aggiravano con fare sospetto tra gli scaffali del reparto di cosmetici; proprio qui le stesse hanno realizzato il loro proposito: mentre una estraeva le boccette di profumo dalle confezioni e toglieva le placche antitaccheggio, l’altra si impossessava della merce nascondendola dentro la borsa, per poi dirigersi verso l’uscita.

L'arresto

In questo frangente, però, senza aver pagato e dopo aver oltrepassato la porta a vetri del negozio, le straniere sono state bloccate. I poliziotti delle Volanti, inviati sul posto, dopo aver visionato i filmati delle telecamere e raccolto le testimonianze dell’addetto alla sicurezza, hanno provveduto a trarre in arresto Cirpaci Zina, quarantaquattrenne, e Mariciuc Alina Isaura di anni ventisette, ambedue originarie della Romania. Gli agenti hanno provveduto inoltre a porre sotto sequestro la merce sottratta in quanto danneggiata e non più rivendibile.

Le due erano già state denunciate

A seguito degli accertamenti svolti negli uffici della Questura emergeva che entrambe le donne, quest’anno, erano già state denunciate in stato di libertà dalla Polizia per il reato di tentato furto commesso ai danni del Supermercato Esselunga di Viale del Lavoro. Il P.M., reso edotto dell’avvenuto arresto, ha disposto, nei confronti delle due, la misura della detenzione presso il domicilio, in attesa del rito direttissimo che si è svolto nella giornata odierna.

La pena

Questa mattina, a seguito della convalida dell’arresto, il giudice ha condannato le due donne, in sede di patteggiamento, a 7 mesi di reclusione e 300,00 euro di multa, disponendo la sospensione della pena e subordinando tale misura al risarcimento del danno, quantificato in euro 175,00. Nei confronti delle due straniere è stata adottata, con finalità preventive, la misura amministrativa dell’Avviso Orale che gli operatori di Polizia della Divisione Anticrimine della Questura di Verona provvederanno a notificare nei prossimi giorni.