"Genitori imperfetti": contro la solitudine educativa

Incontri per mamme e papà a Villafranca con la pedagogista Cinzia Marostegan.

"Genitori imperfetti": contro la solitudine educativa
Villafranca, 14 Gennaio 2019 ore 16:44

Un ciclo di incontri dedicato a mamme e papà a Villafranca, per scoprire che non è detto che essere "genitori imperfetti" sia un problema.

"Genitori imperfetti": contro la solitudine educativa

Si intitola provocatoriamente "#Essere genitori un'arte imperfetta" l'iniziativa sostenuta dal Comune di Villafranca, con il servizio socio educativo, in collaborazione con il centro famiglie il Centro Anck'io.

"Il primo obiettivo che cerchiamo di raggiungere nei nostri incontri - spiega la pedagogista Cinzia Marostegan, che accompagnerà i genitori negli incontri di tipo laboratoriale - è partire dal fatto che anche se siamo imperfetti va bene così. Spesso i genitori di oggi sono molto consapevoli e ben informati, ma non sempre questo li agevola. Conoscere molto può portarli paradossalmente a porsi più domande di quante se ne ponessero in passato i genitori, a perdere in spontaneità e a cadere nel dubbio".

L'obiettivo è offrire un'occasione di incontro ai genitori di bambini e ragazzi per scongiurare la solitudine educativa in cui spesso si trovano e che può rendere più difficile affrontare i normali problemi della crescita dei figli. Scoprire invece che i problemi che si trovano ad affrontare sono condivisi da altri aiuta a normalizzare i problemi e anche ad accettare più facilmente il proprio essere imperfetti.

"Genitori imperfetti": contro la solitudine educativa

Gli obiettivi

Oltre a far sì che i genitori possano accettare la propria imperfezione, gli obiettivi degli incontri sono i seguenti: combattere la solitudine educativa, il senso di impotenza e fallimento e far sì che, lavorando in gruppo, i genitori possano diventare un sostegno l'uno per l’altro. "Vorremmo aiutarli a capire che tutti come genitori abbiamo delle capacità e del potenziale creativo da mettere in campo. Essere genitori ci mette a contatto con la nostra vulnerabilità e come adulti non vorremmo, ma contattare la propria vulnerabilità produce anche linfa creativa" conclude la pedagogista Cinzia Marostegan.

Gli appuntamenti

"Recentemente, attraverso lo sportello d’ascolto e consulenza per le famiglie seguito dalla pedagogista Cinzia Marostegan, abbiamo notato la necessità da parte dei genitori di realizzare una serie di incontri loro dedicati. Le insicurezze dei genitori sono sempre più evidenti. In questo periodo ci arrivano segnali preoccupanti dalle scuole, quindi il nostro desiderio è che Villafranca torni a essere un punto di riferimento in questo campo come lo è Dossobuono” spiega l'assessore alle Politiche Sociali e per la Famiglia Nicola Terilli.  Gli incontri si divideranno in base alle fascie d'età dei figli. I genitori dei bimbi dai 3 ai 6 anni potranno seguire gli incontri dai titolo "Faccio quello che voglio io!" mercoledì 23 gennaio e 6 febbraio. Appuntamento a mamme e papà di bimbi dai 6 ai 9 anni il 20 febbraio e il 6 marzo con gli incontri intitolati "Nessuno mi può giudicare nemmeno tu!". Il 20 marzo e il tre aprile sarà il turno dei genitori di bambini tra i 9 e i 12 anni: "Non sono come tu mi vuoi". E infine due serate saranno dedicate anche ai ragazzi dai 12 anni in su, "Scontri necessari ed incontri possibili", il 10 e il 17 aprile. Tutti gli incontri si terranno dalle 20.45 alle 22.30 e sarà necessaria la prenotazione, possibile chiamando il servizio socio educativo del Comune al numero 045 6339182 o scrivendo a educatrici@comune.villafranca.vr.it