Menu
Cerca
Fumane

Gruppo forre del Soccorso alpino e speleologico, addestramento al Vajo delle Scalucce

La necessità di esercitarsi all’interno delle gole ghiacciate è dettata dal fatto che ormai il torrentismo è praticato in ogni stagione in tutto l’arco alpino.

Gruppo forre del Soccorso alpino e speleologico, addestramento al Vajo delle Scalucce
Cronaca Garda, 12 Febbraio 2021 ore 10:56

Sono già tre gli eventi addestrativi che hanno coinvolto il Gruppo forre del Soccorso alpino e speleologico Veneto dall’inizio dell’anno.

Gruppo forre in addestramento

La necessità di esercitarsi all’interno delle gole ghiacciate è dettata dal fatto che ormai il torrentismo è praticato in ogni stagione in tutto l’arco alpino.

Inoltre capita spesso che la squadra di soccorso in forra sia chiamata a intervenire in caso di ricerca di persone disperse, dove vi siano strette vallate percorse da ruscelli e torrenti, incassate tra pareti strapiombanti, in cui qualcuno potrebbe essere malauguratamente scivolato e nelle quali è necessaria la progressione in sicurezza con manovre proprie del torrentismo.

Intervento in ambiente estremo

Nel periodo invernale, date le rigorose condizioni all’interno delle forre e relativa formazione di ghiaccio, è doveroso prepararsi ad una gestione attenta sia delle corde, che inevitabilmente risulteranno bagnate e ghiacciate, che della restante attrezzatura in generale per le conseguenze legate appunto alle basse temperature.

Anche la movimentazione con ramponi adeguati ad evitare il rischio di scivolamento deve essere provata. La muta stagna consente il necessario isolamento termico per questo tipo di attività anche nei mesi più freddi. Chiaramente un intervento in ambiente tanto estremo richiede una maggiore rapidità nell’esecuzione e il minor tempo di permanenza possibile dell’infortunato al suo interno. Per questi motivi è necessaria per il Gruppo forre un’attività senza soluzione di continuità durante l’anno.

I tre appuntamenti di aggiornamento delle manovre e test del materiale in ambiente invernale si sono svolti domenica 24, sabato 30 gennaio e venerdì 5 febbraio. I luoghi scelti per le operazioni sono stati il Vajo delle Scalucce a Fumane, il Rio Nero a Ledro (TN) e una palestra in esterno. In tutte le situazioni è stata garantita l’applicazione delle procedure antiCovid.

3 foto Sfoglia la gallery