Cronaca

"Ho una bomba per vendicare le stragi in Sri Lanka" le immagini dell'esagitato sul bus

Il comandante provinciale dei Carabinieri, il sindaco di Verona e il presidente di Atv hanno raccontato i concitati attimi di mercoledì sera.

Cronaca Verona Città, 26 Aprile 2019 ore 15:42

"Ho una bomba per vendicare le stragi in Sri Lanka" le IMMAGINI dell'esagitato sul bus. Il comandante provinciale dei Carabinieri, il sindaco di Verona e il presidente di Atv hanno raccontato i concitati attimi di mercoledì sera.

"Ho una bomba per vendicare le stragi in Sri Lanka" le immagini dell'esagitato sul bus

Una conferenza stampa per raccontare quello che era scattato come allarme terrorismo e che si è rivelato, poi, il gesto di un esagitato, spinto, molto probabilmente, anche da ragioni "alcoliche" oltre che di dolore per quanto accaduto nella sua terra. Nel primo pomeriggio alla sede del Comando Provinciale dei Carabinieri il colonnello Ettore Bramato, comandante provinciale, insieme al presidente di Atv, Massimo Bettarello, al sindaco di Verona Federico Sboarina e al suo assessore alla Sicurezza, Daniele Polato, hanno ricostruito quanto accaduto mercoledì sera, quando un cittadino srilankese di 47 anni, è salito su un bus dell'Atv in via Paolo Caliari e ha minacciato i presenti dicendo di avere una bomba e volere vendicare le stragi compiute a Pasqua dall'Isis nel suo Paese.

LEGGI ANCHE: Srilankese sale su un bus e finge di avere una bomba paura a Verona

Il comandante dei Carabinieri Bramato: "Noi sul posto in meno di otto minuti"

Chi è il protagonista del gesto

Il protagonista dell'animata serata, che per qualche minuto aveva fatto temere il peggio, è un cittadino dello Sri Lanka, regolare in Italia e residente a Verona, che lavora nel mondo delle pulizie. E' incensurato e, dopo il controllo, nella sua borsa anziché una bomba è stata rinvenuta una bottiglia di vino piena per metà. L'uomo sembrava in stato di ebbrezza, ma questo non è possibile confermarlo perché non è stato sottoposto ad esami. Arrestato per minaccia a pubblico ufficiale e denunciato per procurato allarme, questo pomeriggio il giudice Carrara ha convalidato il suo arresto e disposto la custodia cautelare in carcere.

Le IMMAGINI con l'uomo che brandisce la borsa

9 foto Sfoglia la gallery

La ricostruzione dell'accaduto

Nella serata di mercoledì, in via Paolo Caliari a Borgo Venezia, l'uomo chiedeva al bus, all'altezza di una regolare fermata, di arrestarsi per farlo salire. Una volta a bordo, subito iniziava a minacciare i cinque presenti, tra cui un minore, mostrando un borsa a tracolla, e con frasi sconnesse ed in varie lingue, faceva intendere che all’interno era presente una bomba e chiedeva ai presenti di che religione fossero. L'uomo aggiungeva poi di voler vendicare le stragi che l'Isis aveva compiuto a Pasqua nel suo Paese. L’autista, originario di Palermo, ha attivato la procedura d'emergenza, che prevede l'apertura immediata di tutte le porte, e poi, dopo aver chiamato la Centrale operativa dell'azienda e il 112, ha iniziato a parlare con lo srilankese, convincendolo a scendere dal mezzo. All'arrivo delle pattuglie del Nucleo Operativo Radiomobile di Verona, contestualmente a personale specializzato in trattative di negoziazione nonché del Nucleo Investigativo, lo srilankese non opponeva resistenza e si consegnava ai militari che procedevano all'arresto.

Il presidente di Atv: "Autista bravo perché formato"

Il sindaco di Verona: "Grazie ai Carabinieri e all'autista dell'Atv"