Cronaca

Il 3° stormo celebra in Duomo la Madonna di Loreto

Un momento di condivisione e vicinanza tra la gente dell’aria

Il 3° stormo celebra in Duomo la Madonna di Loreto
Cronaca Villafranca, 10 Dicembre 2019 ore 16:11

Il 3° stormo celebra in Duomo la Madonna di Loreto

Quest’anno la Festività della Madonna di Loreto assume una valenza speciale dal momento che Papa Francesco ha indetto un anno giubilare in occasione del centenario della proclamazione della vergine lauretana quale patrona degli aeronauti avvenute più precisamente il 24 marzo del 1920, su iniziativa di Papa Benedetto XV. Nel giorno dell’Immacolata Concezione è stata infatti aperta a Loreto la Porta Santa che resterà a disposizione dei fedeli fino al 10 dicembre 2020.

Per celebrare la significativa ricorrenza, la comunità “in azzurro” della provincia scaligera si è riunita nella mattinata di lunedì 9 dicembre, per un momento di preghiera e di riflessione nel Duomo di Villafranca, dove il pro vicario generale della diocesi di Verona, Monsignor Cristiano Falchetto, ha officiato la Santa Messa in rappresentanza del Vescovo, Sua Eccellenza Reverendissima Monsignor Giuseppe Zenti.

Numerose sono state le autorità civili e militari che hanno aderito all’invito del Comandante del 3° Stormo e del Presidio Aeronautico di Verona, Colonnello Francesco De Simone, tra le quali il Sindaco di Villafranca, Roberto Dall’Oca. Anche in questa occasione non è mancata la presenza e l’affetto del Generale di Squadra Aerea Basilio Cottone, già Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, e delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

4 foto Sfoglia la gallery

L'Aeronautica Militare presenza costante sul territorio

Al termine della funzione religiosa, nel suo breve intervento, il Sindaco di Villafranca ha sottolineato lo stretto rapporto che lega la cittadinanza all’Aeronautica Militare, presenza costante sul territorio da oltre 65 anni, e ha speso parole di grande ammirazione per le donne e gli uomini in azzurro che ha definito, paragonandoli agli Angeli che traslarono la Santa Casa da Nazaret a Loreto, “angeli che con il loro prezioso lavoro ci permettono di conservare la libertà e la democrazia conquistate con tanto sacrificio” e ringraziandoli “per l’attenzione dimostrata nel sociale e per l’impegno civile”.

Il Giubileo Lauretano: una preziosa opportunità

A sua volta il Comandante del 3° Stormo ha ricordato – riprendendo il messaggio del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso, come il centenario rappresenti “una preziosa opportunità per rinsaldare i legami di amicizia, vicinanza e collaborazione tra la gente dell’aria, non solo quindi dell’Aeronautica Militare ma anche dei reparti di volo delle altre forze armate e corpi dello stato, dell’aviazione civile e di quella commerciale, nonché degli sportivi del volo, e, indipendentemente dal credo di ciascuno, per testimoniare la dedizione per il proprio lavoro, la propria passione e la volontà di stare tra la gente e con la gente”.

Al termine della celebrazione, il Colonnello De Simone ha consegnato nelle mani di Monsignor Falchetto e, idealmente per il suo tramite, al Vescovo di Verona, un oggetto ricordo in segno di devozione e ringraziamento, raffigurante il logo realizzato in occasione del Giubileo Lauretano, lo stesso che l’astronauta e Colonnello dell’Aeronautica Luca Parmitano indosserà a bordo della Stazione Spaziale Internazionale nel giorno esatto della ricorrenza del 10 dicembre.