Il 3° Stormo festeggia 20 anni di logistica di proiezione

L’esordio in campo operativo di questa nuova realtà dell’Aeronautica Militare avvenne nel mese di agosto del 1999

Il 3° Stormo festeggia 20 anni di logistica di proiezione
Villafranca, 18 Luglio 2019 ore 15:03

Il 3° Stormo reparto abilitante del potere aerospaziale espresso dall’Aeronautica Militare festeggia domani 19 luglio 20 anni di logistica di proiezione. L’esordio in campo operativo di questa nuova realtà dell’Aeronautica Militare avvenne nel mese di agosto del 1999.

Il 3° Stormo festeggia 20 anni di logistica di proiezione

Il 3° Stormo, reparto abilitante del potere aerospaziale espresso dall’Aeronautica Militare, in grado di intervenire nelle situazioni più estreme e in presenza di minacce sempre più asimmetriche e insidiose festeggia domani 19 luglio 20 anni di logistica di proiezione.

Un po' di storia...

Sul finire degli anni novanta, con il trasferimento dei Gruppi di Volo e il decollo dell’ultimo velivolo AMX, la base aerea di Villafranca di Verona, che per quasi cinquant’anni aveva ospitato il 3° Stormo, sembrava essere destinata a uscire dall’elenco degli aeroporti militari dell’Aeronautica Militare. Il 19 luglio del 1999, invece, il sedime villafranchese vede nuova luce diventando, con la costituzione del Reparto Mobile di Supporto, il punto di riferimento della logistica di proiezione di tutta la Forza Armata che, nel corso degli anni, pur cambiando denominazione per ben due volte - 3° Stormo Supporto Operativo (2 maggio 2008) e 3° Stormo (15 ottobre 2012) - avrebbe sviluppato eccellenti capacità rischierate di volta in volta su tutto il territorio nazionale e nel mondo.

L'esordio del 1999

L’esordio in campo operativo di questa nuova realtà dell’Aeronautica Militare avvenne nel mese di agosto del 1999, quando un gruppo di circa 120 uomini partì alla volta del Kosovo per organizzare il Distaccamento Aeronautico AMIKo (Aeronautica Militare Italiana in Kosovo) nei pressi della città di Gjakova, ponendo le basi per la riorganizzazione di un aeroporto che qualche anno più tardi sarebbe stato poi consegnato alle autorità locali. Da quel momento, il Reparto è stato presente in gran parte delle operazioni ed esercitazioni che hanno visto impegnata la Forza Armata.

Il riconoscimento del Presidente Ciampi

Molti eventi significativi hanno caratterizzato i venti anni della nuova vita del 3° Stormo, tra questi ricopre un posto di rilievo la concessione della Bandiera di Guerra da parte del Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi. Per aver “svolto un’attività estremamente qualificata con interventi in teatri caratterizzati da elevata intensità operativa”, sono queste le parole del Decreto del 10.09.2003 che valse all’allora Reparto Mobile di Supporto la consegna del prestigioso vessillo che successivamente, nel 2007, fu decorato con la Croce di Cavaliere dell’Ordine Militare d’Italia per “l’opera validissima e meritoria svolta, nel corso degli anni, dal personale del prestigioso Reparto in operazioni internazionali, quali le missioni NATO in Afghanistan, Kosovo e Iraq”.

In seguito, per la partecipazione alle operazioni di soccorso per il terremoto in Abruzzo del 6 aprile 2009 e alle successive fasi preparative per il grande evento G8 di luglio 2009, allo Stormo viene tributato un Encomio Solenne Collettivo dal Comandante Logistico dell’AM. Lo stesso prestigioso riconoscimento è arrivato anche nel 2015 e nel 2018. Nel 2016 e 2017 hanno avuto particolare rilevanza le operazioni di soccorso svolte a favore delle popolazioni civili in occasione delle calamità naturali, il terremoto prima e l’emergenza neve poi, che colpì il Centro Italia. Afghanistan, Albania, Bulgaria, Emirati Arabi Uniti, Eritrea, Iraq, Islanda, Kirghizistan, Kuwait, Libia, sono alcuni dei principali teatri dove le donne e gli uomini che si fregiano dello stemma dei “4 gatti” hanno prestato la propria opera nel corso dei venti anni che rappresentano la storia recente del 3° Stormo.

Seguici sui nostri canali