Ruzzolone social

Il chirurgo plastico di Verona e la giovane compagna nel bagagliaio (per evitare multe) VIDEO

Ha violato le restrizioni anti-Covid per recarsi alla festa di compleanno del figlio.

Verona Città, 15 Aprile 2020 ore 10:32

Il fatto in sè, lui, il protagonista, l’ha definito di fatto una leggerezza “ponderata”: in sintesi, spostarsi di poco più di un chilometro per recarsi alla festa di compleanno del figlio non sarebbe poi a suo dire questa grave violazione delle restrizioni anti Covid-19, soprattutto se gli attori in gioco sono rimasti nelle ultime settimane tutti in isolamento. Certo, arrivare alla meta con la fidanzata nel bagagliaio per evitare di prendere multe, un po’ meno ortodossa come “goliardata” (così l’ha definita sempre lo stesso protagonista).

Ma perché poi decidere di sbattere tutta questa vicenda in pubblico su un social network, ecco questo si fa effettivamente più fatica a capirlo.

Il chirurgo plastico e la compagna nel bagagliaio

Paolo Baschirotto

Il protagonista in questione è Paolo Baschirotto, noto chirurgo plastico di Verona, che a Pasquetta ha pubblicato una “Story” sul suo profilo Instagram. Insomma è andato a casa della ex per festeggiare il figlio e per arrivarci ha infilato anche la nuova giovane compagna nel baule: all’arrivo ha pensato bene di immortalare l’impresa con pochi secondi di filmato che da Instagram sono poi rimbalzati qua e là per la città, fino ad arrivare anche sul telefonino di Selvaggia Lucarelli, che ha dato su Tpi risalto nazionale al tutto.

Il medico: “Una cosa simpatica e comica”

Ne nasce uno scambio di battute a distanza, perché la giornalista contatta il medico su Instagram per chiedergli se gli sembra il caso di esibire un simile comportamento, vista anche la sua professione, e questi cancella il proprio profilo Instagram (ora riattivato). Poi segue una telefonata nella quale il chirurgo plastico si difende dicendo di essere un medico e di avere valutato i rischi del caso (da un punto di vista sanitario limitati) e di aver fatto solo “una cosa simpatica e comica”.

La clinica in cui opera ha preso le distanze

“Una cosa simpatica e comica” dalla quale però ha voluto prendere le distanze anche la clinica dove presta servizio il dottore. In una nota, la struttura ha tuttavia anche precisato che Paolo Baschirotto non è un dipendente, ma un libero professionista e che, come altri, utilizza le sale operatorie della struttura al bisogno ed in forma privata.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei