Il vecchio rito delle Lumere, l'Halloween dei nostri nonni

Le zucche sono da sempre protagoniste della tradizione culinaria e identitaria.

Il vecchio rito delle Lumere, l'Halloween dei nostri nonni
Verona Città, 31 Ottobre 2019 ore 17:50

Il vecchio rito delle Lumere, l'Halloween dei nostri nonni.

L'antico rito veneto delle Lumere

Nel giorno in cui i più piccoli ma ormai anche i grandi festeggiano halloween il Governatore del Veneto Luca Zaia ha ricordato l'antico rito veneto delle Lumere. "Già nei secoli scorsi - ha spiegato - si usava intagliare le zucche per inserirci  delle candele; venivano quindi esposte nei davanzali o lungo i fossi e prendevano il nome di "Suche baruche" o "Lumere".

Le zucche illuminavano la strada ai morti

Le zucche servivano ad illuminare la strada alle anime dei cari defunti, ma anche a spaesare quelle dei morti più dispettosi. La sera, i ragazzi si divertivano ad andare in giro con queste zucche per spaventare i passanti soprattutto nei pressi dei cimiteri; poi andavano di casa in casa a chiedere frutta secca, nocciole e castagne.

"In ogni famiglia, inoltre, - ricorda Zaia - si preparava "Il piatto dei morti" con castagne, dolci, marroni, fave, e lo si lasciava sul tavolo o sui davanzali come dono per le anime".