La polemica

Il video dell’ubriaco bloccato a terra dai poliziotti a Verona non c’entra nulla con “I can’t breathe”

Il fatto è avvenuto nella serata di martedì con la richiesta di intervento da parte dei gestori del bar.

Il video dell’ubriaco bloccato a terra dai poliziotti a Verona non c’entra nulla con “I can’t breathe”
Verona Città, 10 Luglio 2020 ore 17:57

Impazza la polemica attorno al video che sta facendo il giro del web.

L’intervento degli agenti su richiesta dei titolari

Su segnalazione dei titolari del bar Delphi’s in Via Monreale a Verona, gli agenti della Polizia sono intervenuti alle 18 di martedì 7 luglio 2020 per fermare un ubriaco che pretendeva, in modo molesto, ulteriori alcolici ai baristi. Alla richiesta degli operatori di mostrare un documento, l’uomo si è rifiutato, e anzi ha iniziato a inveire contro i poliziotti intervenuti.

L’aggressione agli agenti

La Questura con una nota stampa ha precisato:

“La situazione si è scaldata fino al punto che l’uomo ha aggredito fisicamente gli agenti, tentando addirittura, spalleggiato da altri due avventori, di sottrarre loro le manette di sicurezza. A quel punto non c’è stato altro da fare se non arrestare il soggetto per resistenza, e una volta a bordo dell’autovettura di servizio l’uomo ha continuato a tenere atteggiamenti violenti, arrivando persino a danneggiare i vetri della volante contro i quali sbatteva le manette nonché, una volta condotto in Questura, a dare calci alla porta dell’ufficio nel quale era trattenuto”.

Il video di un passante

Un testimone ha registrato un video che è stato pubblicato da Repubblica, dove si vedono tre agenti che tengono a terra l’uomo che inizia a urlare “mi state facendo male”, oltre a una serie di imprecazioni. Dopo qualche minuto di silenzio riprendono le grida e si sente la voce di una donna che chiama per nome la persona a terra e gli grida “Calmati, è la Polizia”. Due poliziotti alzano l’uomo e lo fanno sedere all’interno della volante dove rimane per qualche minuto, poi si sente nuovamente la voce di una donna che afferma: “Non si tratta un ubriaco così, già non sta bene”.

Inevitabile ridda di commenti sui social riguardo al video, in un momento in cui è ancora viva l’immagine della morte di George Floyd negli Usa, che ha innescato il movimento internazionale “Black lives matter” sotto lo slogan “I can’t breathe”. Ma qui evidentemente non c’entrano nulla né il razzismo, né i metodi utilizzati dalla Polizia.

La solidarietà

In una nota, il Questore della Camera dei Deputati e presidente della Direzione nazionale di Fratelli d’Italia, Edmondo Cirielli ha dimostrato la sua solidarietà agli agenti affermando:

La Polizia di Verona ha fatto il proprio dovere. Si evitino inutili e stupide speculazioni mediatiche e politiche su questa vicenda. Non ho alcun dubbio sull’operato dei poliziotti, che hanno dichiarato di essere intervenuti in via Monreale per garantire la pubblica incolumità, visto che l’uomo arrestato era in stato di alterazione da psicofarmaci e da alcol. E, alla richiesta di mostrare i documenti, ha opposto anche resistenza inveendo contro gli stessi agenti e tentando di togliere loro finanche le manette. Stranamente, però, queste immagini non compaiono nel video che sta facendo il giro del web. Non vorrei che ci trovassimo di fronte all’ennesimo maldestro tentativo di danneggiare l’immagine dei nostri uomini e delle nostre donne in divisa. Piena supporto, dunque, agli agenti della Polizia di Stato e alle altre Forze dell’Ordine della nostra Nazione che, ogni giorno, nonostante le difficoltà e rischiando la propria vita, sono in prima linea per garantire la sicurezza e la legalità nelle nostre città” .

LEGGI ANCHE: Ubriaco pretende altri alcolici, inveisce contro gli agenti e cerca di rubargli le manette, arrestato

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità