Cronaca
Sicurezza

Immigrazione clandestina e spaccio a San Bonifacio, controlli dei Carabinieri: 11 stranieri denunciati

Uno dei fermati aveva, celato nello zaino, un fucile soft air cal. 6 mm. Un altro teneva con sé un coltello con lama seghettata e un cacciavite.

Immigrazione clandestina e spaccio a San Bonifacio, controlli dei Carabinieri: 11 stranieri denunciati
Cronaca San Bonifacio, 18 Settembre 2022 ore 11:31

Servizio straordinario di controllo del territorio ieri sera, disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Verona.

Immigrazione clandestina e spaccio a San Bonifacio, controlli dei Carabinieri: 11 stranieri denunciati

Nella serata di ieri, sabato 17 settembre 2022, i militari della Compagnia Carabinieri di San Bonifacio, con il contributo del personale delle Compagnie di Verona, Legnago, Villafranca di Verona, Peschiera del Garda e del Nucleo Carabinieri Cinofili di Torreglia, hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio, disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Verona e finalizzato principalmente al contrasto dell’immigrazione clandestina ed a prevenire episodi di microcriminalità, lo spaccio di sostanze stupefacenti nonché i reati contro il patrimonio.

L’intervento dei Carabinieri, che ha interessato in particolare il centro storico, l’area della stazione ferroviaria, nonché tutti i parchi pubblici siti nel comune, ha portato a denunciare 11 stranieri, per reati in materia di immigrazione. Due di questi peraltro, venivano fermati, nei pressi della stazione ferroviaria, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’abuso di sostanze alcoliche, ed uno di loro, sottoposto a controllo, veniva trovato in possesso, celato nello zaino, di un fucile soft air cal. 6 mm, riproduzione di un fucile Beretta SCP 70/90, privo di tappo rosso, con calciolo piegato, per il cui possesso non forniva alcuna valida giustificazione ed il secondo connazionale, anche lui irregolare, con un coltello con lama in acciaio seghettata ed un cacciavite a punta e per questi motivi venivano denunciati all’Autorità Giudiziaria anche per il reato di porto di armi o oggetti atti ad offendere ed ubriachezza molesta

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter