Cronaca

Incendio Russia morta nipote di un veronese

Si tratta di Maya, parente della moglie russa di Franco Cremasco, originario di Povegliano.

Incendio Russia morta nipote di un veronese
Cronaca Verona Città, 26 Marzo 2018 ore 17:23

Incendio Russia morta nipote di un veronese. Si tratta di Maya, parente della moglie russa di Franco Cremasco, originario di Povegliano.

Incendio Russia morta nipote di un veronese

Una tragedia di dimensioni epocali. Si aggrava il bilancio delle vittime nell'incendio del centro commerciale Zimnyaya Vishnya di Kemerovo, in Siberia: i media russi parlano di 64 vittime, tra cui almeno una quarantina di bambini.

Tra le vittime una piccola tifosa "acquisita" dell'Hellas Verona

Una delle vittime, come confermato dai familiari, è Maya, figlia del fratello della moglie russa di Franco Cremasco, poveglianese che per lavoro ormai da anni si è trasferito proprio a Kemerovo. "Con immensa costernazione il Nuovo coordinamento calcio club Hellas Verona piange la dolcissima Maya, nipote di Anna e Franco del calcio club Kemerovo, perita nel tragico rogo del centro commerciale. Con lei altre due nipotine della famiglia e decine di bambini. A loro giungano le nostre preghiere" ha scritto su Facebook Carla Riolfi del Nuovo coordinamento calcio club Hellas Verona, a cui lo stesso Franco ha confermato la notizia della scomparsa della bambina.

Il calcio club dell'Hellas Verona in Siberia

Il calcio club è stato fondato da Franco Cremasco nel 2010 e conta una cinquantina di iscritti. Il club era stato inaugurato ufficialmente nell'agosto del 2012 alla presenza di alcuni tifosi italiani, tra cui proprio Carla Riolfi.