Cronaca

Incendio Sev Povegliano ecco cosa hanno deciso i sindaci

Questa mattina si è tenuto il tavolo tecnico dei primi cittadini, poi l'incontro con la stampa.

Incendio Sev Povegliano ecco cosa hanno deciso i sindaci
Cronaca Villafranca, 18 Aprile 2018 ore 14:19

Incendio Sev Povegliano ecco cosa hanno deciso i sindaci. Questa mattina si è tenuto il tavolo tecnico dei primi cittadini, poi l'incontro con la stampa.

Incendio Sev Povegliano ecco cosa hanno deciso i sindaci

"Date le risultanze delle commissioni ambientali e sentito il parere degli enti preposti, abbiamo valuato che sono decaduti i presupposti per mantenere le ordinanze emesse a ridosso dell'incendio Sev. Solo per Povegliano, fino alla mezzanotte di oggi, rimane in essere in via precauzionale l'ordinanza numero 10 emessa domenica (relativa al tenere le finestre chiuse, limitare le attività all'aria aperta ecc.), per consentire le operazioni dei Vigili del Fuoco. Una raccomandazione: vista la concentrazione di diossina rimane l'avviso di lavare le verdure coltivate all'esterno". Questo il messaggio letto dal primo cittadino di Povegliano Lucio Buzzi alla conferenza stampa successiva al tavolo tecnico tra gli esperti e i sindaci del territorio.

Incendio Sev Povegliano ecco cosa hanno deciso i sindaci

Il resoconto della mattinata

(A cura di Matteo Zanon) In mattinata si è svolta la conferenza stampa convocata dal sindaco nella giornata di ieri per quanto riguarda gli aggiornamenti relativi all’incendio avvenuto domenica alla ditta Sev di Povegliano. Alla conferenza erano presenti oltre al sindaco Buzzi, l’assessore Guadagnini e l’assessore Mazzi e i sindaci dei comuni di Vigasio, Sommacampagna e Castel d’Azzano e il vice sindaco di Buttapietra. Inoltre hanno presenziato alla seduta Vigili del Fuoco, Arpav, Ulss e Dipartimento di prevenzione Sian.

Video: il sindaco rassicura sulla diossina

Vigili del Fuoco

Il colonnello dei Vigili del Fuoco Ignazio Mario Scozzari ha precisato: “Siamo impegnati nell’assistenza alla ditta che sta procedendo nella demolizione. Appena il sito sarà in sicurezza entreremo con i mezzi pesanti e procederemo allo smassamento e spegnimento degli accumuli. Se non ci sono intoppi entro stasera concluderemo le operazioni”.

Arpav

L’ingegner Giuseppe Stanghellini di Arpav ha aggiunto: “Continueremo in funzione delle operazioni di smassamento il monitoraggio ambientale per completare le analisi quanto il tutto sarà completamente domato”.

Ulss 9 Scaligera

Il dottor Fabio Zanini, Ulss 9: "Stiamo seguendo da domenica i dati Arpav per vedere se possono sorgere problematiche per la salute pubblica. Le sostanze immesse nell’aria con l’incendio di per se possono essere nocive per la salute ma essendo respirate dalla popolazione per un breve periodo non crea problemi di salute immediati. A lungo termine possono creare problematiche. Continueremo a monitorare i dati dell’Arpav.

Sian

Dottoressa Linda Chioffi: “Raccomandiamo un accurato lavaggio degli ortaggi. Abbiamo valutato le colture presenti e abbiamo indicato di togliere le foglie esterne. Abbiamo intenzione di effettuare delle analisi e monitoraggio del territorio”.

La diretta Facebook della conferenza stampa