Incidente di Bussolengo, la vittima è Marco “Lazzo” Andreoli

Il giovane viveva a Settimo di Pescantina, figlio di un Vigile del fuoco in pensione

Incidente di Bussolengo, la vittima è Marco “Lazzo” Andreoli
Cronaca 22 Agosto 2017 ore 02:58

Il giovane viveva a Settimo di Pescantina, figlio di un Vigile del fuoco in pensione

QUI l’articolo sull’incidente

Si chiamava Marco Andreoli, detto il “Lazzo”, classe 1989, il giovane che ieri sera attorno alle 21.30 ha perso la vita su via Gardesana a Bussolengo. 

Il giovane da poco viveva da solo e le moto erano la sua più grande passione: ne aveva diverse e spesso con gli amici andava a correre in pista.

La tragedia è avvenuta all’incrocio tra via Gardesana, via Europa e via De Gasperi, dove in poco tempo sono accorsi i familiari e gli amici di una vita che si sono stretti attorno all’inconsolabile mamma che non voleva separarsi dal corpo del figlio.

Il ragazzo a bordo della sua moto di grossa cilindrata, una Ducati, proveniva da via Gardesana ed era diretto verso il lago di Garda, quando si è ritrovato davanti un autobus che veniva dalla direzione opposta e stava per svoltare a sinistra su via De Gasperi.

Nel tentativo di frenare il centauro ha perso il controllo della moto circa cinque metri prima del semaforo ed è andato ad urtare di striscio il mezzo dell’Atv che ormai aveva già concluso correttamente la manovra di svolta. Il corpo ha fermato la sua corsa oltre l’incrocio, mentre la moto ancora più in la.

Secondo alcuni testimoni oculari la velocità del motociclista era assai sostenuta e sarebbe la causa principale della tragedia. Il 28enne dopo aver urtato lo spigolo del bus e aver perso il casco, è caduto rovinosamente a terra ed è morto sul colpo. Vani i tentativi di rianimazione del 118. Sul posto i Carabinieri della locale stazione.

Il papà di Marco, Daniele, è un Vigile del fuoco del Comando di Verona in pensione da qualche anno.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità