Incidenti stradali: 159 nel solo mese di marzo

In 92 casi gli incidenti hanno provocato dei feriti, che sono stati complessivamente 114, quattro dei quali gravi

Incidenti stradali: 159 nel solo mese di marzo
Cronaca 05 Aprile 2017 ore 09:30

In 92 casi gli incidenti hanno provocato dei feriti, che sono stati complessivamente 114, quattro dei quali gravi

Sono stati 159 gli incidenti rilevati dalla Polizia municipale di Verona nel mese di marzo: nessuno con esito mortale.

In 92 casi gli incidenti hanno provocato dei feriti, che sono stati complessivamente 114, quattro dei quali gravi; 67 i sinistri che non hanno causato danni alle persone.

Nel mese di marzo del 2016 erano stati rilevati 148 sinistri, dei quali 56 senza feriti, 88 con feriti, 3 con persone in prognosi riservata, e 1 incidente mortale.

Complessivamente, dal primo gennaio al 31 marzo di quest’anno, sono stati rilevati 401 sinistri (235 con feriti, 160 senza feriti e 6 con persone in prognosi riservata) a fronte dei 430 del 2016, quando nello stesso periodo si contavano già 3 incidenti mortali, 8 con persone con lesioni gravi, 164 senza feriti e 255 con feriti.

I giorni più a rischio per gli incidenti nel 2017 risultano essere il giovedì e il venerdì, con 70 rilevamenti, seguiti dal sabato con 63 sinistri; l’ora più a rischio è tra le 18 e le 19, con 29 incidenti stradali rilevati.

La fascia d'ètà maggiormente interessata è quella che va dai 31 ai 50 anni, per un totale nel mese di marzo di 151 persone coinvolte. Seguono gli over 50 con 109 soggetti interessati da sinistro stradale.

La dinamica più frequente nei primi tre mesi del 2017 rimane lo scontro frontale/laterale con 142 sinistri, seguita dall'urto contro ostacolo (78), tamponamento (59), scontro laterale (55).

Sono stati 28 i pedoni investiti rispetto ai 44 del primo trimestre del 2016, un calo consistente dovuto anche ai controlli della Polizia municipale nelle vicinanze degli attraversamenti pedonali, durante i quali automobilisti e motociclisti sono stati sanzionati per non aver concesso la precedenza ai pedoni, con decurtazione di otto punti dalla patente.

L’attività della Polizia municipale proseguirà sia nelle scuole con attività informative sull'educazione stradale sia con controlli sulla strada, per fronteggiare comportamenti irregolari e pericolosi quali manovre errate, velocità eccessiva e distrazione durante la guida.