Morfina al neonato, ecco chi è l’infermiera agli arresti

La donna lavorava da oltre 10 anni in Borgo Roma

Morfina al neonato, ecco chi è l’infermiera agli arresti
Cronaca 04 Agosto 2017 ore 11:18

La donna lavorava da oltre 10 anni in Borgo Roma

DOMANI SABATO 5 AGOSTO SU VILLAFRANCA WEEK E LEGNAGO WEEK TUTTI I DETTAGLI ESCLUSIVI E LE DICHIARAZIONI DELLA DONNA

Si chiama Federica Vecchini, 43 anni, della Bassa, l’infermiera che avrebbe somministrato morfina ad un neonato lo scorso marzo mandandolo in overdose e in blocco respiratorio.

La notte tra il 19 e il 20 marzo di quest’anno un neonato di un mese, ricoverato in neonatologia a Borgo Roma, nel box 1 (quindi sarebbe stato dimesso l’indomani) improvvisamente va in arresto respiratorio. L’equipe medica non capisce mentre i momenti sono drammatici e il bambino rischia di morire. A un certo punto l’infermiera, madre di tre figli piccoli, ordina di somministrare il Naxolone, farmaco che inibisce la morfina e ne determina anche il dosaggio. Il medico si insospettisce ma si fida e conferma il dosaggio.

Il bambino si riprende e parte subito un’inchiesta interna all’azienda sanitaria; il neonato risulta positivo agli oppiacei, i quali non erano mai stati prescritti e che, soprattutto, non erano necessari visto lo stato di salute in cui si trovava.

La donna è stata arrestata ieri e oggi alle 10.30 si sottoporrà all’interrogatorio di garanzia insieme al suo legale, Massimo Martini.

QUI il nostro articolo completo di ieri, mentre qui la confidenza della collega: “Mi ha detto che lo ha fatto altre volte

DOMANI SABATO 5 AGOSTO SU VILLAFRANCA WEEK E LEGNAGO WEEK TUTTI I DETTAGLI ESCLUSIVI E LE DICHIARAZIONI DELLA DONNA

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità