Vicino al Pronto Soccorso

Iniziate all’ex OIP di Legnago le vaccinazioni anti-Covid per gli over 80

A Legnago sono presenti 3 infermieri che vaccinano in 5 stanze.

Iniziate all’ex OIP di Legnago le vaccinazioni anti-Covid per gli over 80
Cronaca Legnago e bassa, 15 Febbraio 2021 ore 12:09

Sono partite questa mattina presso l’ex OIP dell’ospedale Mater Salutis le vaccinazioni dei legnaghesi ultraottantenni.

Vaccinazioni anti Covid

La struttura adiacente al Pronto Soccorso (ex Osservazione intensiva prolungata) fa parte di uno dei 4 “Centri di vaccinazione popolazione” (CVP) veronesi dove oggi verranno vaccinati 400 anziani.

Erano presenti al lancio delle operazioni il sindaco di Legnago Graziano Lorenzetti e il Direttore dell’Ulss 9 Pietro Girardi. Ad accogliere all’ingresso gli anziani c’erano i volontari dell’Associazione nazionale alpini. Girardi ha spiegato:

Oggi abbiamo effettuato 400 chiamate per gli ultraottantenni del territorio, contro le 3.200 del solo CVP della Fiera di Verona. Questa settimana inietteremo il vaccino Pfizer, dalla prossima avremo a disposizione anche Moderna. L’approvvigionamento dei vaccini non è facile, al momento abbiamo a disposizione 7.000 dosi a settimana. Convochiamo i cittadini almeno due settimane prima, con una lettera inviata per posta, senza avere ancora certezza delle dosi. Raccomando ai cittadini di non arrivare all’appuntamento per la vaccinazione prima di 15 minuti dell’orario indicato nella lettera di convocazione”.

Le fiale di vaccino devono essere conservate a -75° C e fatte scongelare lentamente. Dopo di che, possono essere tenute a 2-8° C, per un massimo di cinque giorni e vanno impiegate entro 5 ore dalla diluizione con la fisiologica.

Due iniezioni

Girardi ha proseguito:

“Il vaccino viene somministrato con due iniezioni eseguite a distanza di almeno 21 giorni l’una dall’altra. Qui a Legnago abbiamo 3 infermieri che vaccinano in 5 stanze. Dopo l’iniezione, le persone vengono tenute sotto monitoraggio per 15 minuti per verificare che non abbiano eventuali reazioni allergiche. Tra 3 settimane ci sposteremo in una struttura più ampia”.

Il primo cittadino ha ribadito:

“L’Asl si sta attrezzando per spostarsi in un’altra struttura di ordine superiore. Il Comune assicurerà la massima assistenza sul fronte della viabilità e dei parcheggi per agevolare il processo di vaccinazione”.

10 foto Sfoglia la gallery
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli