Cronaca

Inquinanti nell'aria? La protesta dei cittadini

I residenti di Sona hanno manifestato contro i cattivi odori presenti nell'aria, causati, a loro detta, dalla ditta Matco, impegnata nella lavorazione del bitume.

Inquinanti nell'aria? La protesta dei cittadini
Cronaca 19 Maggio 2016 ore 13:22

I residenti di Sona hanno manifestato contro i cattivi odori presenti nell'aria, causati, a loro detta, dalla ditta Matco, impegnata nella lavorazione del bitume.

Si è svolta ieri pomeriggio la protesta di un gruppo di residenti della località Valle a Sona, che hanno manifestato in piazza contro i cattivi odori presenti nell’aria, che, a loro detta,  sarebbe inquinata e nociva per la salute. I cittadini infatti additano gli olezzi come causa di diverse patologie riscontrate su loro stessi e sui loro figli.

Secondo i partecipanti alla manifestazione, allergie, bruciore a occhi e gola, broncospasmi, problemi respiratori e forme asmatiche sarebbero acuite dagli inquinanti che costantemente si percepiscono nell’aria.

I manifestanti sono concordi nel ritenere la ditta Matco, specializzata nella lavorazione dei bitumi, responsabile delle emissioni. I vertici dell’azienda si sono detti disponibili al dialogo coi cittadini. Si sono difesi dicendo di avere tutte le carte in regola per svolgere l’attività e di eseguire periodicamente i controlli necessari perché ogni cosa sia a norma di legge. L’odore sgradevole, dovuto appunto alla lavorazione del bitume, sarebbe dunque entro i limiti previsti e quindi non nocivo.

L’azienda era già stata in passato al centro delle attenzioni, ma con la vecchia proprietà, quando si chiamava Nord Bitumi. La Procura della Repubblica aveva avviato un'inchiesta e aveva obbligato i dirigenti a dotare la fabbrica di filtri e quant’altro utile per garantire la qualità dell’aria nella zona circostante allo stabilimento, per tutelare la salute delle circa 10 mila persone del luogo investite dalle emissioni.

Tutti i particolari sulla vicenda sul prossimo numero di Villafranca Week in edicola sabato 21 maggio