Verona

Insieme a Verona Radicale altri 20 partiti contro le mancanze del sistema carcerario italiano

La chiamata di Verona Radicale è stata accolta da oltre venti partiti e associazioni per il presidio di domani, 8 febbraio 2024, davanti ai cancelli del carcere di Montorio

Insieme a Verona Radicale altri 20 partiti contro le mancanze del sistema carcerario italiano
Pubblicato:
Aggiornato:

L’invito di Verona Radicale al presidio dinnanzi alla Casa Circondariale di Montorio, Verona, ha ottenuto la partecipazione di oltre venti partiti e associazioni in quella che sarà la giornata di domani, giovedì 8 febbraio 2024 per denunciare il continuo fenomeno delle morti in carcere.

L'appello

L’associazione chiede al Governo italiano una presa di posizione e l’intervento a fronte del sovraffollamento delle carceri per ripristinarlo in linea con la legalità costituzionale ed europea.

Sono più di venti, i partiti e le realtà associative che hanno aderito al presidio indetto da Verona Radicale per giovedì 8 febbraio, dalle ore 17:00, davanti alla Casa Circondariale di Montorio.

Detenzioni sopra alla media

I dati riportati da Verona Radicale si basano non solo sull’analisi della situazione a Montorio, ma evidenzierebbero un problema sistematico a livello nazionale sul tema dell’esecuzione penale.

“Lo Stato italiano, a più riprese condannato dalla Corte europea dei diritti dell’uomo che ha parlato di ‘problema sistemico’ riferendosi al sovraffollamento carcerario, pretende di amministrare la giustizia con carceri perennemente eccedenti rispetto ai posti letto disponibili, strutture fatiscenti e sempre a corto di personale, dove i percorsi di reinserimento sono la rara eccezione e non la regola.

L’appello lanciato da Verona Radicale assieme alle associazioni e i partiti che ne condividono la causa chiede che il numero dei detenuti sia adeguato alla capienza e che siano instaurate figure professionali per il rinserimento di tali individui nella società; il quale dovrebbe essere il fine ultimo per una democrazia basata sui diritti umani.

“Nell’ampio ventaglio di misure attuabili per risolvere la questione carceraria, chiediamo al Governo italiano di assumersi anzitutto l’urgenza di far rientrare la situazione al più presto nell’alveo della legalità costituzionale e europea, riconducendo rapidamente il numero totale delle persone detenute alla capienza prevista.

“Chiediamo inoltre all’Esecutivo di attivare un piano strutturato per superare la drammatica carenza di personale di ogni professionalità nelle carceri (agenti, educatori, direttori, assistenti sociali, psicologi, mediatori culturali, medici e operatori sanitari, magistrati di sorveglianza), con il fine ultimo di migliorare le condizioni di vita e di lavoro di tutta la comunità penitenziaria.”

Di seguito la lista delle associazioni e dei partiti aderenti:

  • Verona Radicale
  • +Europa Verona
  • Antigone Veneto
  • Azione Comunitaria
  • Azione Verona
  • Democrazia Solidale - DEMOS Verona
  • Europa Verde Verona
  • Federazione dei Giovani Socialisti Verona
  • Giovani Democratici Verona
  • In Comune per Verona - Sinistra Civica Ecologista
  • Inclusiv3
  • Italia Viva Verona
  • Lista Damiano Tommasi Sindaco
  • Nessuno tocchi Caino
  • Partito Democratico Verona
  • Partito Socialista Italiano Verona
  • Rifondazione Comunista Verona
  • Sinistra Italiana Verona
  • Traguardi
  • Verona Possibile
  • Veronetta129
  • Volt Verona
Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali