Transpolesana

Investimento di 15milioni di euro per i lavori di risanamento della pavimentazione della 434

La somma si aggiunge agli interventi già avviati a giugno per un valore di 4,4 milioni di euro.

Investimento di 15milioni di euro per i lavori di risanamento della pavimentazione della 434
Verona Città, 12 Ottobre 2020 ore 17:49

Anas ha consegnato oggi, lunedì 12 ottobre 2020, all’associazione temporanea di imprese Beozzo Costruzioni Srl (mandataria) – Ecovie Srl – Deon SpA – Brussi Costruzioni Srl e Salima Srl i lavori di riqualificazione e potenziamento della pavimentazione lungo la statale 434 “Transpolesana”, tra Verona e Rovigo.

Nuovo accordo

Il valore dell’appalto, sviluppato tramite accordo quadro suddiviso in tre stralci, ammonta a circa 15milioni di euro e si somma agli interventi già avviati a giugno – per un valore di 4,4 milioni di euro – tra Isola Rizza, San Pietro di Morubio e Arquà Polesine e a fine settembre sui ponti tra Legnago e Vangadizza.

La nuova e cospicua iniezione di risorse consentirà di avanzare nel risanamento profondo della pavimentazione in tratti saltuari lungo tutto l’asse della statale e le rampe di svincolo con lo scopo di elevare lo standard di servizio della statale.

Avvio dei lavori entro la settimana

L’avvio dei lavori, che sono inseriti nel Contratto di Programma Anas 2016-2020 alla voce “Potenziamento e riqualificazione Itinerari Statali”, è previsto entro la settimana. Anas, società del Gruppo FS Italiane, ricorda che quando guidi, “Guida e Basta! No distrazioni, no alcol, no droga per la tua sicurezza e quella degli altri” (guidaebasta.it). Per una mobilità informata l’evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all’applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Il servizio clienti “Pronto Anas” è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito 800.841.148.

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità